"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centro Direzionale – Cantiere Giardini d’Inverno: fine ottobre 2019

Aggiornamento fotografico di fine ottobre da via Pirelli 33, in zona Centro Direzionale-Gioia, il cantiere del complesso residenziale dei Giardini d’Inverno.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Centro Direzionale – Cantiere Giardini d’Inverno: fine ottobre 2019

  1. ANDREA

    Ok il nome bucolico “giardini d’inverno”, ma uno straccio di verde e qualche albero all’esterno poteva essere contemplato.. Cosa sono tutte queste superfici lastricate? Sono piastre radianti che assorbono il calore del sole e poi lo rilasciano, accentuando il fenomeno dell’isola di calore urbano.Si approvano questi progetti e poi leggo, sempre qui su Urban file, che il Comune ha stanziato 10 milioni di euro per depavimentare spazi urbani cementati ed asfaltati..Se peró se ne continuano a realizzare di nuovi non ci siamo… Un gatto chebso morde la coda, con la beffa di buttare soldi pubblici! In fase di approvazione i progetti di nuove residenze devono prevedere quote di verde nelle sistemazioni esterne. Il centro direzionale, oltretutto, é un accozzaglia di palazzi immersi nel cemento! Altro che 3 milioni di alberi entro il 2030!

  2. Anonimo

    Mamma mia come si vede che i paroloni sono gratis…

    Non vincerà il premio Pritzker ma… addirittura ‘cicatrice sul volto del quartiere’… in una zona costellata da palazzoni anni 50-60 uno più brutto dell’altro… suona anche un po’ ridicolo.

    Quanto al verde, È vero che dove lo spazio si allarga verso il passaggio pedonale magari un’aiuola con un alberello ci stava, ma alla fine è solo un marciapiede un po’ più largo del normale, non è che ci fosse tutto sto spazio per mettere chissà che verde… soprattutto se al piano terra ci saranno delle attività commerciali con il relativo andirivieni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.