"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Cantiere Carlo Magno-Duilio: metà novembre 2019

Un bel po’ di foto dal cantiere per la riqualificazione di piazzale Carlo Magno e viale Duilio a Tre Torri, grazie agli investimenti attuati da CityLife.

Viale Duilio è stato completamente rivisitato e addirittura spostato di parecchi metri per consentire l’allargamento del parco di CityLife ancora in fase di cauterizzazione. Qui dovrà sorgere, a partire dall’anno prossimo, il nuovo progetto firmato da BIG per “lo Sdraiato” il quarto palazzo che andrà a colmare i lotti rimasti vuoti sino ad ora e che affiancherà le tre torri del “Dritto, dello Storto e del Curvo“.

Qui di seguito il tratto dove verrà realizzato il parco e l’ingresso da nord al complesso di CityLife.

Dopo viale Duilio, eccoci nella parte di Largo Domodossola, dove proseguono gli interventi per ridisegnare la piazza.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


12 thoughts on “Milano | Tre Torri – Cantiere Carlo Magno-Duilio: metà novembre 2019

  1. bis bald

    foto 2 , perche quelle auto parcheggiate nel parterre alberato?
    cosi come in tante altre vie?
    la qualità di vita è importante. via le auto dai marciapiedi

    1. dammatra

      perche’ qualche minus habens ha reso a senso unico un tratto della via colleoni. per far posto a 20 mq di aiuola e 3 alberi.
      quel tratto consentiva il parcheggio di molte auto e rimaneva un tratto scorrevole.
      adesso diventera’ un parcheggio continuo e costringe tutti coloro che arrivano da viale boezio a fare un giro assurdo per andare in direzione damiano chiesa.

  2. Anonimo

    Chissa’ se ci saranno quattro soldi anche per viale Boezio, sede tramviaria compresa. Il marciapiede e’ talmente stretto che in due non ci si passa, figuriamoci se piove e ci sono gli ombrelli aperti. Non ci sta nemmeno il cartello della fermata del tram, infatti hanno dovuto mettere uno di quelli minuscoli formato cilindro.

  3. Anonimo

    Largo domodossola, cosi’ risistemato, sembra fatto apposta per causare incidenti, di notevole entita’. Si poteva studiare molto meglio….

  4. Anonimo

    Speriamo che non lascino il pezzetto da largo Domodossola a Giovanni da Procida ancora con le auto parcheggiate a lato dei binari del tram! Tra l’altro e’ l’unico pezzo rimasto cosi’

  5. Michele

    Sottoscrivo in pieno quanto scritto da Dammatra, ma correggo che si tratta di via Alcuino, non Colleoni.
    Chiedo agli amministratori di questa pagina, che hanno tutta la mia stima, se riuscissero ad aiutare i residenti della zona a capire il PERCHE’ della chiusura del fondo di via Alcuino verso piazza Damiano Chiesa e se esiste una speranza di poter correggere le cose…
    Chi lo ha progettato non ha tenuto minimamente in conto l’impatto che ha sulla viabilità!
    Vorrei tanto poter avere un contatto con chi decide in proposito…è CityLife?
    Grazie.

  6. Maestranzi Alessandro

    Scandaloso, e scandalosa Citylife SpA, altro che balle. Sono stati sprecati oneri urbani per una sistemazione non logica degli spazi, senza piantumazione di pioppi o altri alberi dal fusto alto, con lavori che durano in eterno (la ditta Vitali che ha preso l’appalto ha messo in cantiere 4, dico 4, operai). Concordo poi con la segnalazione della necessità di sistemare viale Boezio, con marciapiedi piccolissimi e sede tranviaria da rifare (magari spostandola nella sede stradale lasciando spazio come in Cassiodoro a parcheggi a lisca di pesce ed ad un bel viale alberato di pioppi). Scandaloso e vergognoso!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.