"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Città Studi – Inaugurato oggi il Giardino di Leonardo

Inaugurato oggi a Città Studi, il Giardino di Leonardo, alla presenza del Prorettore Delegato Emilio Faroldi e dell’ Assessore a Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano Pierfrancesco Maran. Il nuovo spazio collocato nel cuore dello storico Campus Leonardo è frutto dell’azione di ridisegno, valorizzazione, pedonalizzazione e naturalizzazione compiuta nel corso dell’anno in tale contesto.

L’intervento è teso a recuperare e valorizzare le valenze storiche del Campus, conferendo ordine formale e qualità architettonica e ambientale, con particolare riferimento allo spazio centrale verde prospicente il Rettorato, e ai suoi viali alberati. Obiettivo primario del progetto è quello di garantire la valorizzazione e la massima vivibilità pedonale del campus, rendendolo maggiormente fruibile tramite l’eliminazione di 105 posti per il parcheggio delle auto: in un’ottica di sostenibilità e di rigenerazione, il progetto intende strutturare gli spazi aperti del Campus in modo che siano rispondenti alle modalità di uso che ne fanno le molte persone che quotidianamente li frequentano.

L’eliminazione del passaggio carrabile interno, in quanto fonte di rumore, inquinamento e pericolosità, costituisce l’incipit dell’idea alla base del progetto, la cui sostenibilità si è poi espressa privilegiando gli spazi verdi, la cui superficie, ampliata per complessivi 920mq, sarà fruibile sia in maniera informale, sia attraverso diverse isole attrezzate distaccate. I posti a sedere all’interno del Giardino di Leonardo saranno complessivamente 400, dei quali 190 presso tavoli cablati. 

Presentato oggi anche l’intervento di restauro e consolidamento strutturale che ha interessato la facciata del Rettorato che si affaccia su Piazza Leonardo da Vinci, valorizzata ulteriormente tramite l’installazione di un nuovo impianto di illuminazione.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Milano | Città Studi – Inaugurato oggi il Giardino di Leonardo

  1. Kilian Candela

    Molto bello! speriamo l’intervento resista ai vandali e venga manutenuto come si deve. Milano unica città italiana che cerca di tenere il passo con il resto del mondo. E lo dico da altoatesino.

  2. neonjds

    Bene cosí! Anche se in Campus Leonardo c’é ancora molto da fare, é sicuramente un ennesimo tassello posto nella direzione giusta! 😉

  3. Francesco De Collibus

    Ma vi rendete conto che in Italia non possiamo fare nulla senza dare per scontato che subirà la pressione usurante di vandali e teste di minchia varie? Diamo per scontato che c’è in giro una genia di persone che deve distruggere tutto ciò che di bello viene fatto, che per la sua stessa esistenza viene minacciato da questi farabutti. Ma vi rendete conto di come stiamo messi?

    1. Ale

      Tra le più rigenerate vorrai dire… ancora molto c’è da fare, ma rispetto 5 anni fa quando il caos era assoluto, il progresso è evidente. Il Poli ha un piano (non intendo Renzo) e lo porta avanti. Tutto senza i mega investimenti di banche e assicurazioni (vedi Porta Niova e City Life)… solo fondi pubblici, ben spesi.

      1. dc

        si non sono paragonabili i progetti porta nuova e city life con quelli del politecnico e comunque li sponsor li ha eccome e sono tutti grandi aziende private

  4. Anonimo

    Saranno soldi pubblici ben spesi, ma io l’altro giorno sono passato da Piazza Leonardo da Vinci e dal giardino che dà su viale Romagna e avevo la sensazione di lavori appena conclusi e già afflitti da una modesta manutenzione.

    Sia il verde, che le tag su qualsiasi superficie immaginabile che la sporcizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.