"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Solari – Nuovo palazzo in via Valparaiso 7

Il lotto oggetto di intervento si trova a Milano in Zona Solari. L’intervento proposto mira a trasformare la funzione dell’edificio posto ad angolo tra le vie Valparaiso e Salaino, da produttivo a residenziale. L’edificio attuale ha ingresso da via Andrea Salaino 14, che cambierà in via Valparaiso 7.

Al piano terra troveranno posto l’accesso all’autorimessa interrata, l’androne di ingresso all’immobile ed un locale tecnico. I restanti piani, saranno composti da appartamenti di varia metratura, tutti caratterizzati da ampie terrazze. Data la configurazione esistente del fabbricato non risulta possibile una ricomposizione in assonanza con l’architettura storica, si è, quindi, optato per consolidare e riprendere i rapporti volumetrici e gli allineamenti del vecchio profilo stradale. Si è scelto di costituire un’ulteriore evoluzione del contesto riprendendo alcuni elementi dello stesso, reinterpretandoli con linguaggio architettonico di maggior contemporaneità. Un aspetto importante di questo progetto è dato dal risparmio energetico, che grazie ai tamponamenti ed agli infissi scelti in fase progettuale potrà raggiungere un alta efficienza energetica.

Il progetto è dello studio dell’Arch. Mirko Mazzotta Natale. La committente è: Parco Solari srl.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Milano | Solari – Nuovo palazzo in via Valparaiso 7

  1. Anonimo

    Bisogna vedere come verranno esattamente i balconi a sbalzo sulla strada, ma di sicuro è meglio di quel che c’è adesso.

    1. Si Tav

      Dal punto di vista architettonico, mi piace molto anche perché migliora notevolmente quell’orrendo palazzo anni ’50 fatto coi piedi.
      La domanda sorge spontanea: in quella via è già oggi impossibile parcheggiare. Nonostante le righe gialle. Dove parcheggeranno i nuovi condomini? Sono pronto a scommettere che la nuova autorimessa non conterrà tutte le auto.
      La pista ciclabile (bella ma sempre mezza vuota) ha tolto vari posti auto, rendendo a senso unico una via che prima era comodamente a doppio senso.
      Sarebbe stato intelligente (ma effettivamente meno remunerativo) fare soltanto l’autorimessa sotterranea e abbattere il palazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.