"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Cristoforo – Nuovo palazzo in Foppette 4

Via Foppette è un’antica via che ricalca un’antica strada che collegava una serie di cascine dallo stesso nome alla chiesetta di San Cristoforo sul Naviglio.

Ancora oggi ha l’aspetto di un vicolo, data la minuta larghezza. Ai lati si trovano edifici realizzati in vari momenti del ‘900. Al civico 4 si trova un magazzino incastrato tra due edifici. Il lotto occupato dal magazzino si estende anche su viale Carlo Troya con ingresso al 19.

Al suo posto sarà realizzato un nuovo condominio di 8 piani composto da due differenti altezze; una che si appoggia mantenendo la stessa altezza al civico 21, di soli 4 piani, e una parte di 8 piani che invece si allinea alla gronda del civico 17 di viale Troya.

Onestamente troviamo la soluzione ben congegnata e il nuovo edificio si inserisce perfettamente nel contesto anni Cinquanta del viale.

Di seguito come si presenta il lotto, visto da viale Troya e da via Foppette.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


3 thoughts on “Milano | San Cristoforo – Nuovo palazzo in Foppette 4

  1. mario camerini

    via delle foppette, non via foppette. ho lu studio al n°2, un negozio a una vetrina, e posso dire che la viabilità è un disastro. ci sono paletti di alluminio su entrambi i lati, troppo stretti tanto che non ci passa il camion dei pompieri. I paletti di fronte alla mia vetrina, che si trovano nella curvetta della via, vengono abbattuti tre o quattro volte l’anno da automobilisti frettolosi. I marciapiedi non esistono: hanno asfaltato nel corso degli anni il piano stradale ma non i passaggi tra i paletti e le case, che si trovano così più bassi della strada, e quando piove diventano canali di scolo. credo che dovrebbero chiuderla, farla pedonale col pavè, le panchine e le fioriere, almeno fino al numero 4, dove ci sono i primi box. dissuasori automatici con telecomando per i residenti. tenere presente che c’è una scuola elementare di fronte al mio studio, e i genitori che aspettano i figli affollano la via, non avendo da sedersi. il comune manda i vigili 2 volte al giorno per l’entrata e l’uscita dalla scuola, con conseguenti costi. sarebbe molto più intelligente farla pedonale. mi piacerebbe illustrare più estesamente la mia proposta a riguardo, con foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.