"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centro Direzionale – Giardini d’Inverno: attivata la “fontana”

Attivata finalmente la “fontana” del complesso residenziale di via Pirelli 33, dei Giardini d’Inverno, in zona Centro Direzionale-Gioia, completato lo scorso dicembre.

Infatti, sotto il portico dove si trova uno degli ingressi del complesso che occupa l’intero isolato tra le vie Giovanni Battista Pirelli, Cornalia, Adda e Bordoni, progettato dallo studio di Paolo Caputo e completato lo scorso anno, è stata attivata la piccola vasca divisa in due da una “passerella”.

Si tratta di due vasche molto basse animate entrambe da un getto a ventaglio che fanno apparire il portico sospeso su di un canale.

Ancora ricordiamo un nostro appunto a questo progetto, ovvero la mancanza di verde ai piedi del complesso, anche semplici aiuole e qualche alberello avrebbero fatto la differenza, come vi mostriamo nelle immagini qui di seguito in una nostra suggestione.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Centro Direzionale – Giardini d’Inverno: attivata la “fontana”

  1. Woland

    Peccato che la parola “giardini” presupporrebbe alberi, fiori, siepi, etc. Decisamente tanto (troppo) cemento e zero verde invece…

  2. Simo casu

    Magari !! Un po’ di verde è quello che serve .!.!.
    Comunque sono passato la davanti ieri sera, molto bella illuminata da tantissimi luci fini che la rendono magica insieme al paesaggio.

  3. Alessandro

    Una critica che vuole essere costruttiva e non solo fine a se stessa:
    Ma è mai possibile che in un progetto che si vuole “verde”, come il suo nome lo indica, venga piantato un solo albero di Magnolia per decorare un piazzale lastricato di queste dimensioni ? Il parallelismo è ancora più eloquente se si gira lo sguardo verso il Bosco in Verticale, questo sì, un vero giardino…
    Le città necessitano di più verde e più acqua. Solo in questo modo renderemo la quotidianità più piacevole.
    Nei centri urbani dove questi elementi sono messi in valore ed inseriti nel contesto edile/architettonico lo stile di vita e gli abitanti, vivono in condizioni nettamente migliori (vedasi Ginevra, Singapore, Vancouver, Copenaghen…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.