"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Scultura “Rudere” nel parco di CityLife: agosto 2020

Aggiornamento di agosto dal piccolo cantiere della scultura Rudere, in realizzazione nel Parco delle Sculture Artline di CityLife a Tre Torri. 

L’opera, che sta prendendo forma, è un progetto di Adrian Paci e si tratta di una serie di pareti che riproducono una casetta in rovina dove la natura prenderà possesso dell’opera nel corso del tempo. L’opera è collocata nel grande pratone sul lato di Viale Eginardo.

Praticamente la “scultura” è quasi terminata. Si vede la vasca dove saranno collocate e piante che daranno “vita” all’opera.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


12 thoughts on “Milano | Tre Torri – Scultura “Rudere” nel parco di CityLife: agosto 2020

    1. _

      Esatto, infatti ricorda un po’ Mario Botta 🙂

      Ma dubito che fare dell’ironia fosse nelle intenzioni del pretenzioso “artista” autore di questa cosa indefinibile. Che è un peccato perchè un po’ di umorismo e leggerezza a Citylife ci sarebbero stati bene 🙂

  1. Anonimo

    Il messaggio e’ noto, da sempre, vuole essere una provocazione?Basta …. Probabilmente il luogo e’ inadatto, nel parco vorremmo rilassarci, godere la natura e non imbatterci in messaggi ormai scontati…forse in una piazza a lei dedicata quest’opera avrebbe avuto + senso….

  2. Elius

    Nuova casa per senza tetto? Nuovo luogo per farsi? O nuove superfici da imbrattare? Perché spendere soldi così? Non abbiamo abbastanza di esempi del genere a Milano?

  3. api

    come diceva Lino Banfi : una parola è troppa e due sono poche… In realtà non capisco perché stiano arredando il parco verde con una serie di sculture o di opere (esiste altra definizione ?). Sposo tutti i commenti scritti finora.

  4. tatino pensabene

    lo scandalo è la poverezza della fattura….sembra fatto di gesso colorato a tempera….se resta cosi’….al primo diluvio viene via tutto…MAGARI…allora si’ che sarebbe una vera opera d’arte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.