"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Molinazzo-Bande Nere – Ciclabile in viale Legioni Romane: settembre 2020

Partiti nel giugno scorso i lavori per la nuova ciclabile, che da piazzale dalle Bande Nere, percorrendo viale Legioni Romane, via Berna e via Zurigo giunge sino a Via Bisceglie a Sella Nuova e al nuovo quartiere di SeiMilano e il parco dei Fontanili.

In questo caso non si tratta di una delle “ciclabili leggere” in corso di realizzazione al momento (si veda viale Monza o Cerchia dei Navigli) con la sola vernice, ma in questo caso è stata programmata da tempo e l’intervento è anche strutturale. Infatti per consentire la costruzione della ciclabile posta tra il marciapiede e i parcheggi che rimangono come in precedenza a lisca di pesce si stanno realizzando con cordoli, nuove aiuole e percorsi mirati.

Qualche furbetto, però, nel tratto già preparato, ha pensato bene di parcheggiare in modo selvaggio, sperando in futuro non accada più.

Nel frattempo è anche in fase di realizzazione la nuova postazione per il BikeMi, a pochi metri da piazzale Bande Nere.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


4 thoughts on “Milano | Molinazzo-Bande Nere – Ciclabile in viale Legioni Romane: settembre 2020

  1. Si Tav

    Queste ciclabili irrazionali salvano la coscienza delle giunte di sinistra e danno una ventata di gioia a quegli imbecilli degli elettori PD come il nostro amico che qui vorrebbe far sparire le auto con la bacchetta magica. Ma non servono a una beata cippa se non a 2 o 3 ciclisti all’ora, donne con le Birkestock e la scritta no oil o ragazzetti 21enni il cui cervello è stato lavato da Repubblica e RAI 3.

  2. marco

    Milioni di euro buttati per ingolfare il traffico è farsi maledire dai cittadini senza più posto auto. Possedere l’auto è un diritto e lo esercitano tutti i milanesi, anche quelli che usano la bicicletta!

  3. G

    Piste ciclabili ok, modifica codice della strada d’accordo ma mettici anche il suicidio stradale per chi passa col rosso in bic nooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.