"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Eventi – Il Natale degli alberi, un’idea creativa per riaccendere tutta la città

Presentato il nuovo albero di Natale 2020; un albero composto da tanti alberelli al posto dell’albero tecnologico dello scorso anno, con tanti alberi sparsi nei varii quartieri di Milano.

Riaccendere Milano, i suoi assi commerciali e le vie principali anche nei quartieri decentrati ed esterni grazie a un progetto dalla forte valenza sociale e artistica. È questo l’obiettivo dell’Amministrazione comunale per il Natale 2020. Con l’aiuto delle imprese e delle associazioni no-profit, si vuole fare delle festività natalizie un momento di solidarietà tra le diverse anime della città e di reciproco sostegno tra quartieri e un’occasione di rinascita.

L’iniziativa è stata presentata ieri a Palazzo Reale alle aziende che vorranno aderire al progetto durante un incontro a cui sono intervenuti il Sindaco Giuseppe Sala, l’assessora a Turismo, Sport e Qualità della vita Roberta Guaineri, Diana Bracco Presidente della Fondazione Bracco e Marco Balich, Direttore creativo e chairman Balich worldwide shows.

Milano ha scelto di adottare il simbolo dell’albero per unire e raccontare una città composita e inclusiva attraverso i valori della solidarietà e dell’accoglienza, della sostenibilità e della bellezza. Alberi non solo in centro ma in ogni quartiere; momenti di solidarietà incentrati sul dono, vera essenza del Natale; luci e colori nelle vie commerciali anche decentrate; e poi la musica e gli spettacoli multimediali.

Quest’anno più che mai la città renderà il Natale una festa per tutti, riunendo le associazioni benefiche che avranno l’opportunità di consegnare doni a tutte le famiglie bisognose. Un’occasione anche per mettere in rete e valorizzare le tante iniziative di responsabilità sociale che già esistono in ogni parte della città, riconducendole così a un unico concept, innovativo e riconoscibile, il tutto con la direzione artistica di Marco Balich.

Gli Alberi d’autore saranno il simbolo del Natale diffuso nella città. Diversi e unici, gli alberi potranno essere realizzati da quelle imprese che hanno un forte legame con la città e vogliono vederla rinascere. Ogni albero rappresenterà il cuore del suo quartiere.

Il grande albero di piazza del Duomo sarà l’Albero del dono e racchiuderà in sé le energie e le differenze della città rappresentate dalle sue 100 anime. L’Albero del dono sarà sostenibile; di giorno vivrà verde e luminoso, come da tradizione e, con l’arrivare della sera, si accenderà donando alla piazza uno show di luci e suoni.

In un momento così difficile anche per le arti, lo spettacolo e la vita sociale della città, il Natale degli alberi vuole dare un importante segnale di speranza grazie ad una tradizione, quella del Natale, fortemente radicata nel tessuto della città. In questa situazione Milano vuole dimostrare di essere una comunità unita e responsabile, che continua a costruire la rinascita e progettare il futuro.

Il 7 dicembre, festa di Sant’Ambrogio e con la consegna delle Civiche benemerenze e la Prima del Teatro alla Scala, diventerà quest’anno l’occasione per dare un segno di accensione a Milano che partirà da piazza Duomo e si diffonderà in tutti i quartieri della città.

La gioia e la fiducia si possono diffondere attraverso arte e bellezza, riportando la luce e aprendo nuovi orizzonti e speranze guidati da talento, ingegno e voglia di sognare.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Eventi – Il Natale degli alberi, un’idea creativa per riaccendere tutta la città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.