"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | NoLo – Cantiere di via Termopili: fine settembre 2020

Un aggiornamento fotografico dal piccolo cantiere di via Termopili a NoLo. Edificio residenziale di discutibile scelta stilistica perché sembra veramente un palazzo razionalista, dove la liscia facciata è trforata solo dalle finestre e dai balconi a loggia incassata.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


11 thoughts on “Milano | NoLo – Cantiere di via Termopili: fine settembre 2020

  1. Anonimo

    Non è bianco, non ha le finestrelle asimmetriche, non hai il sopralzo.

    Secondo me invecchierà meglio di tanta altra architettura alla moda che si vede di questi tempi?

  2. Anonimo

    “Edificio residenziale di discutibile scelta stilistica perché sembra veramente un palazzo razionalista”

    Fatemi capire: adesso “razionalista” è diventato un insulto??

  3. Anonimo

    Ovviamente non è il massimo in termini di eleganza e leggerezza, anzi è proprio brutto. Interessante però è che si discuta del fatto che molta architettura residenziale contemporanea sia viceversa fin troppo modaiola (le tremende finestre asimmetriche) e probabilmente fra un po’ di anni non riusciremo più ad apprezzarla come oggi. Si dovrebbe puntare a un linea elegante e classica, senza però cadere nella pesantezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.