"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Bicocca – Nuove aree verdi nel quartiere, con depavimentazione

Un vivaio di 8mila metri quadri all’interno del Campus Bicocca e la depavimentazione delle piazze per realizzare nuove aree verdi. Parte ufficialmente oggi “6 passi nel verde”, il progetto di Milano-Bicocca che trasformerà strutturalmente il Campus con un impatto positivo sull’intero quartiere. 

L’inaugurazione del vivaio è avvenuta alla presenza del sindaco di Milano, Giuseppe Sala, della rettrice di Milano-Bicocca, Giovanna Iannantuoni e del presidente del Municipio 9, Giuseppe Lardieri.

A seguire, Massimo Labra, delegato della rettrice per le Aree Verdi di Milano-Bicocca, ha presentato “6 passi nel verde”, il progetto che contribuirà alla svolta green dell’Ateneo e di tutto il quartiere. Sono intervenuti tutti i partner dell’iniziativa: Pierfrancesco Maran, Assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura, il Direttore del Parco Nord, Riccardo Gini, la Direttrice del Carcere di Bollate, Cosima Buccoliero, la Direttrice di Cascina Bollate, Susanna Magistretti.

«Sono felice che l’Università Milano-Bicocca abbia fatto sua la sfida della transizione ambientale – ha commentato il Sindaco di Milano Giuseppe Sala -. Così deve essere per tutti noi. Le azioni del progetto ‘6 passi nel verde’, a cominciare dal vivaio che inauguriamo oggi, raccontano la storia di un impegno reale e concreto per contribuire a rendere più vivibile il Campus, il quartiere e la nostra città. Bisogna alimentare con l’esempio e con le buone pratiche le menti dei nostri ragazzi. Educarli al rispetto dell’ambiente e coinvolgerli nello sviluppo di soluzioni green per definire il futuro di Milano sono il modo migliore per stimolarli a coltivare il proprio talento, le proprie ambizioni, i propri interessi, adattandosi alla nuova realtà».

«Oggi diamo il via a una iniziativa che unisce diverse azioni trasversali e trasformerà Milano-Bicocca in un’Università sempre più sostenibile e accogliente – ha detto la rettrice Giovanna Iannantuoni – Questo è uno degli obiettivi che intendiamo perseguire per contribuire a migliorare la qualità della vita dell’Ateneo e di Milano, città che dovrà essere sempre più green.  Per questo, insieme alla preziosa sinergia con importanti partner e il Comune di Milano, abbiamo investito in un piano di incremento delle aree verdi che cambierà la vivibilità e gli spazi del nostro quartiere, favorendo momenti di condivisione e di socialità per gli studenti e i cittadini»»

Questo progetto rappresenta il primo step, operativo e sperimentale, che Milano-Bicocca intende sviluppare insieme ai partner del progetto per raggiungere un obiettivo ancor più ambizioso: la trasformazione strutturale degli spazi e del quartiere in una realtà ancora più sostenibile, capace di rispondere alle esigenze dei cittadini e degli studenti dell’Ateneo. Al centro del progetto “6 passi nel verde” i tre pilastri sui cui si fonda l’ateneo: la formazione, la didattica e la terza missione.

Il vivaio
Il vivaio si estende su un’area di circa 8mila metri quadri all’estremità Sud del Campus (via Cozzi,18 angolo via De Marchi) di Milano-Bicocca. Si tratta di un bosco in città con alberi imponenti di diverse specie tipiche, da specie ornamentali a grandi querce tipiche della pianura lombarda. Inoltre, l’area ospita una notevole biodiversità spontanea con specie di insetti e uccelli poco comuni in città. Un’ottima occasione per la connettività biologica ed ecologica con il parco Nord. 

La depavimentazione

Milano-Bicocca si fa promotrice di ForestaMI nella zona 9, attraverso un programma dedicato a favorire lo sviluppo della foresta urbana e la connettività ecologica nel distretto dell’Università con particolare attenzione all’area del Parco Nord Milano.

Questo avverrà attraverso vere e proprie fratture della pavimentazione esistente in modo da creare la sensazione che la vegetazione si stia nuovamente riappropriando del luogo, effetto reso ancor più verosimile dalla elezione vegetazionale.

Il progetto “6 passi nel verde”

Il progetto “6 passi nel verde” prevede azioni sia in ambito strutturale, sia a livello formativo e culturale. Oltre alla riqualificazione del vivaio come “foresta urbana”, luogo per eventi e attività culturali, e alla depavimentazione per la creazione di nuovi spazi verdi, le altre azioni comprendono: la progettazione partecipata per i giardini interni dell’Ateneo; l’individuazione di spazi verdi già esistenti da ristrutturare per renderli fruibili da studenti e personale per attività sia di studio che ricreative; un corso di giardinaggio per acquisire le competenze utili per la cura del verde indoor; la creazione di un giardino di piante medicali rivolto agli studenti di medicina.

I partner del progetto “6 passi nel verde”
Tre i partner del progetto: Cascina Bollate, il vivaio della casa di Reclusione di Milano-Bollate; “Il Giardinone”, la cooperativa sociale che cura l’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate e il “Parco Nord Milano” che, oltre a fornire esperienza e conoscenza nel contesto dei servizi ecosistemici, garantisce una continuità territoriale con l’area di Milano-Bicocca.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Bicocca – Nuove aree verdi nel quartiere, con depavimentazione

  1. Vincenzo

    Sarebbe bello che in zona Bicocca, proprio per levarsi al concetto di bosco e città verde, si eliminasse quel catrame orribile dai marciapiedi. Magari trasformarli in tutto il quartiere con erba, pietre, dando un senso di “natura” permeante il mondo antropizzato… Sarebbe un estendere il Parco Nord ad est, anche se solo concettualmente, che aprirebbe la strada ad una città più attenta alla natura.

    1. Anonimo

      A me risulta che in Bicocca tutte le zone pedonali e quindi anche i marciapiedi siano con mattonelle e non in catrame orribile (detto non concettualmente)

    2. Andy77

      Concordo che non debba essere usato il catrame per la pavimentazione dei marciapiedi. Tuttavia in Bicocca i marciapiedi hanno prevalentemente il Betonblock, magari tutta la periferie di Milano fosse così.
      Il Betonblock ha anche il vantaggio di essere facilmente mantenibile e/o sostituibile. In centro sarebbe consigliabile l’uso del porfido o lastroni in pietra.
      Per il verde sarebbe interessante dare concretezza al Parco Orbitale da anni proposto da più parti con, magari estendendo la vegetazione sulle vie più grandi.

  2. Wf

    Hanno addirittura tolto con il piccone le mattonelle della piazza per piantare in vera terra le piante!

    Incredibile sia così facile riportare il verde sotto l’asfalto!

    Perché non lo facciamo anche a Milano centro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.