"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: metà novembre 2020

Come abbiamo già detto, il cantiere della Torre Unipol, avanza a gran ritmo di giorno in giorno. Si tratta del grattacielo di circa 120 metri, progettato dallo studio di Mario Cucinella Architects in costruzione a Porta Nuova, in via Melchiorre Gioia.

Prosegue il rivestimento della facciata della parte inferiore della torre. Più che altro si tratta di un VMU (visual mock up) dell’edificio, ovvero un intervento per testare la struttura delle vetrate e effetti delle stesse sul “campo”. Infatti si possono osservare i rivestimenti colorati delle colonne metalliche e le vetrate interne.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: metà novembre 2020

    1. Biagio

      Ma la sommità sarà piatta (magari obliqua) o a punta arrotondata come nei grattacieli simili di Londra e Barcellona? Io preferirei fosse piatta/obliqua perché altrimenti il grattacielo finirebbe per assomigliare, come a Londra e Barcellona, a una enorme supposta, per non dire di peggio!

  1. Joe

    A me non piace. Sarebbe andato bene se fosse stato un palazzo di 4 o 5 piani in periferia. Non un palazzo di 120 m in quella zona.
    Tra l’altro la struttura in legno la trovo tremendamente pericolosa per gli incendi

  2. GArBa

    L’edificio sarà sicuramente classificato come attività soggetta a controllo VVF di categoria C (per lo meno per l’altezza antincendio e probabilmente anche per l’affollamento previsto superiore alle 800 persone, senza considerare eventuali impianti di riscaldamento, etc) per cui vi è obbligo di esame preliminare ed approvazione del progetto di prevenzione incendi da parte dei VVF prima della presentazione della segnalazione certificata di inizio attività e anche obbligo di ispezione puntuale del funzionario VVF a termine lavori prima di concedere il CPI. Del resto, la struttura è evidentemente metallica mentre il legno è un rivestimento e, per gli ambienti di ufficio, questi rivestimenti sono trattati in modo da non propagare il fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.