"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Fiera Bolla – Cantiere ciclabile Monte Rosa: dicembre 2020

Finalmente, dopo aver realizzato la ciclabile di via Monte Rosa tra piazza Buonarroti e piazza Amendola, ecco che sono partiti da oltre un mese, i lavori nel tratto compreso tra piazza Amendola e via Silva, dove la ciclabile venne realizzata più di vent’anni or sono e che ormai versava in condizioni pessime.

Qui alcune immagini della ciclabile orami da riqualificare.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Milano | Fiera Bolla – Cantiere ciclabile Monte Rosa: dicembre 2020

  1. Andrea

    Ottimo, non ricordo quando è stata realizzata la tratta che attualmente stanno rifacendo ma so che qualcuno in passato ha creato un orrendo percorso ciclabile che va dalla Triennale a Lotto passando anche per di li (Triennale, Conciliazione, Parco Guido Vergani, Via Belisario, Amendola, Lotto). Più che un itinerario per ciclisti sembrerebbe un percorso ad ostacoli cittadino per mountain bike e sarebbe tutto da ripensare.

  2. LR

    Ottima notizia, versa in pessime condizioni.
    Purtroppo termina in piazzale Lotto che è uno dei grandi “vuoti urbani” della città, uno spazio dominato dalle auto sia in transito che in sosta.
    Sarebbe una bella idea congiungere la ciclabile di viale Caprilli che arriva a S.Siro, così da aggiungere l’area del nuovo stadio e il parco di Trenno.

  3. Anonimo

    Molto bene! Ma non è l’unica ciclabile a dover essere sistemata. Anche il vecchio percorso ciclabile su melchiorre Gioia e martesana versa in condizioni precarie e su melchiorre Gioia andrebbe rivisto, allargato e velocizzato dando continuità anche sui controviali.
    E poi perché non lavorare sulla riconoscibilità delle piste usando per tutte lo stesso colore di asfalto? Sembra una banalità ma non lo è, si sceglie un colore e una tipologia di asfalto e lo si usa ovunque, possibilmente senza buche, rattoppi, tombini sprofondati..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.