"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano – Dergano – Riqualificazione vie e piazze nel quartiere: via Guerzoni

Come abbiamo visto, il Comune di Milano ha avvisto il tanto desiderato piano per la riqualificazione dell’area del centro “storico” di Dergano.

Le strade interessate dagli interventi sono via Ciaia da piazza Dergano fino a via Guerzoni, via Guerzoni fino a viale Jenner, via Bruni, tutta piazza Dergano compreso il tratto stradale limitrofo, vie Cesare Brivio, Conte Verde e dei Carafa.

I lavori al momento interessano via Guerzoni tra via Ciaia e via Cafiero, dove la strada è stata elevata a quota marciapiede; la strada sarà protetta e separata dalle aree pedonali tramite l’inserimento di alberature in fioriera, panchine, rastrelliere per biciclette e dissuasori tipo “parigine” che avranno anche funzione di disincentivare la sosta irregolare sul marciapiede. La pavimentazione, come si vede, è in cubetti in pietra e i cordoli in calcestruzzo delle aiuole esistenti saranno sostituiti con altri in granito.

Seguiranno gli interventi in via Ciaia e le altre.


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Milano – Dergano – Riqualificazione vie e piazze nel quartiere: via Guerzoni

  1. Anonimo

    La sosta selvaggia distrugge la bellezza di Milano. Dobbiamo orientarci verso altre capitali d’Europa, che proteggono la bellezza e il decoro dello spazio pubblico.

  2. Anonimo

    Caspita che intervento! Conosco poco Dergano ma una pedonalizzazione simile cambierà il quartiere. Potrebbe diventare una nuova Paolo Sarpi. Fortunati gli abitanti di quelle che, prevedo aumenti del 30% dei loro immobili. Basta togliere le auto che tutto migliora.

  3. Federico

    togliendo parcheggi non spariscono le automobili, le si parcheggia più in là. da quando è chiusa Guerzoni trovo posto in Carnevali se mi va bene, non mi è mai capitato e abito in Guerzoni. La cittadinanza non è stata vvisata di questo intervento, cartelli sparsi e poco visibili sono apparsi il venerdì con inizio lavori il lunedì successivo. Equiparare carreggiata e marciapiede rende pericoloso sarà un rischio per i pedoni. Dergano è zona 30 da almeno 3 anni ma le auto sfrecciano anche a sulle curve a gomito come se niente fosse. Sbandare e ferire un pedone sarà la prassi e c’è un asilo nido adiacente al municipio 9 dove si farà fatica a passare col passeggino. Inoltre spero che non si pensi davvero di fare senso unico verso Jenner, che se devo andare verso Centrale comporterebbe dover arrivare fino a piazzale Nigra, fare la sporca al crocicchio con Imbriani dove passano circonvalla tram e tutto il traffico del Nord Ovest per poi tornare indietro verso Maciachini, Nemmeno da fumati si potrebbe immaginare.

    1. marco

      vedi voi parlate di parcheggi e viabilità però i problemi sono altri cioè mi spiego :
      provate a pensare con un marciapiede del genere le persone anziane che devono girare con il deambulatore e disabili con stampelle o peggio ancora con carrozzine .
      si tutto bello ma invece di eliminare le barriere architettoniche il comune le crea
      sono a sottolineare che ho già improntato una denuncia alle associazioni per i diritti umani e disabili e anche striscia la notizia e le iene ,se non bastasse li denuncerò ai quotidiani perché le persone più deboli non devono cercare il percorso più adatto a loro ma devono essere protette soprattutto dalle autorità

    2. marco

      vedi voi parlate di parcheggi e viabilità però i problemi sono altri cioè mi spiego :
      provate a pensare con un marciapiede del genere le persone anziane che devono girare con il deambulatore e disabili con stampelle o peggio ancora con carrozzine .
      si tutto bello ma invece di eliminare le barriere architettoniche il comune le crea
      sono a sottolineare che ho già improntato una denuncia alle associazioni per i diritti umani e disabili e anche striscia la notizia e le iene ,se non bastasse li denuncerò ai quotidiani perché le persone più deboli non devono cercare il percorso più adatto a loro ma devono essere protette soprattutto dalle autorità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.