"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Vigentina – Nuova fermata ATM Sabotino-Ripamonti

Per esigenze di spazio, la fermata ATM di viale Sabotino, in corrispondenza con l’incrocio di via Ripamonti a Porta Vigentina, è stata spostata di circa 90 metri, davanti al civico 5 di viale Sabotino.

Infatti precedentemente la fermata era su una strisciolina di marciapiede isola, come si vede nella foto seguente.

Ora, appunto, è stata arretrata sino alchilico 5, di fatto rendendo l’interscambio con le altre fermate più distante. Sicuramente sollevando qualche polemica per gli utenti.

Viale Sabotino, Via Ripamonti, Porta Vigentina, ATM, Fermata Tram

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


9 thoughts on “Milano | Porta Vigentina – Nuova fermata ATM Sabotino-Ripamonti

  1. Andrea

    Polemiche per la fermata spostata di 90 metri? Non c’è la possiamo fare! Piuttosto si dovrebbe chiedere a gran voce ad Atm e Comune (che nicchiano e dormono da anni si questo tema) l’attivazione della priorità semaforica per le tranvie ed una loro maggiore velocità commerciale. I tram Milanesi viaggiano alla metà della velocità dei cugini Europei e dei tram di Firenze. Questo vuol dire che impiegano il doppio del tempo per percorrere le medesime distanze. La gestione tranviaria a Milano é tutt’altro che efficiente ed Europea e i tram sono sottoposti ad una miriade di limitazioni in termini di velocità e fluidità della loro circolazione. Il contrario di quanto dovrebbe essere. Il progetto delle linee T, le tranvie di forza, che fine ha fatto? È vergognoso che un tram interurbano come il 15 impieghi quasi un ora per collegare piazza Duomo con Rozzano, meno di 10 km di distanza. Svegliaaaaa!

      1. Anonimo

        Quello della foto 5 si vede che è fuori dalla fermata, infatti la parte con le mattonelle che delimita le fermata finisce poco prima. Hanno semplicemente ampliato il marciapiede, immagino per impedire la sosta selvaggia

        Quello della foto 8 è chiaramente all’interno invece. pericolosissimo.

  2. Anonimo

    Non so cosa sia più imbarazzante… Se il passaggio carraio in mezzo alla fermata, l’allontanamento dall’interscambio o il fatto che così durante la fermata ostrurrà la corsia

  3. Andrea

    Però nonostante sia terminata da qualche mese non è ancora stata aperta così come l’angolo con Ripamonti è ancora cantierizzato.
    Fermate che integrano passi carrai sono la norma da anni in Corso Italia o via Torino e non mi sembra abbiano creato particolari problemi.

  4. Bruno

    Quei 90 metri comportano che qualcuno che ora scende dal 9 e riesce a prendere il 24 al volo, in quella stessa situazione non riuscirà più a farlo e gli toccherà aspettare 6-7-… minuti in più il 24 successivo. Quindi quei 90 metri comportano un peggioramento del servizio a parità di altre condizioni.
    Concordo comunque con la necessità di attivare l’asservimento semaforico, di cui da decadi si parla e basta, ma non si fa mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.