"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Romana – Nuove suggestioni per il rinnovo della stazione FS

Abbiamo estrapolato alcune immagini dal video postato sul canale YouTube delle Ferrovie dello Stato, dove viene mostrato un rendering (suggestione) di come sarà trasformata la Stazione FS Porta Romana.

Il progetto prevede pensiline per la copertura delle banchine d’attesa, rinnovo delle strutture esistenti (già in fase esecutiva da mesi, come le scale d’accesso) e collegamento con la stazione M3 di Lodi TIBB (Qui un nostro articolo).

Naturalmente il progetto è stato eseguito prima che venisse presentato il masterplan per lo sviluppo dello Scalo Romana, perciò la parte che vedete qui di seguito, che corrisponde alla passeggiata coperta che va dalla stazione ferroviaria alle entrate della M3 in piazzale Lodi, subirà una profonda revisione.

Qui di seguito si vede la parte più interessante, ovvero la riqualificazione dell’ingresso da via Sannio e le coperture delle banchine.

Certo che, una stazione che sta per diventare molto più importante, avrebbe meritato un po’ più di attenzione, secondo noi. Ad esempio, come mostriamo nella nostra suggestione, se avessero coperto con una struttura metallica e vetrata l’intera stazione, rendendola più “stazione”, più moderna, più riparata, sarebbe stato di gran lunga molto meglio. Percorrere le scalinate durante una giornata uggiosa, non sarà certo una bella esperienza. Naturalmente conservando e valorizzando la graziosa palazzina déco, magari con un ristorante o bar sul tetto.

Per farsi un’idea di quale sia il nostro suggerimento, una cosa simile alla Stazione Noorderpark di Amsterdam.

In questo punto siamo in uno dei due tunnel che passano sotto il cavalcavia di Corso Lodi. (forse, se avessero lasciato i mattoni a vista del vecchio ponte, l’effetto vecchio-nuovo sarebbe stato più affascinante.

Mentre queste immagini mostrano il tratto per raggiungere la M3 Lodi TIBB che sicuramente dovrà essere ridisegnato per essere integrato col nuovo progetto di Scalo Romana.

Stazione FS Porta Romana, Porta Romana, M3, Lodi TIBB, Scalo Romana, Corso Lodi, Progetto, Riqualificazione

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Porta Romana – Nuove suggestioni per il rinnovo della stazione FS

  1. Anonimo

    Anche le scale che da corso lodi vanno in via sannio sono uno schifo, dovrebbero rifarle come quelle su via longanesi. un’unica rampa, larga e diritta.

    Quelle scale, come sono adesso con due rampe nascoste, è dagli anni 70 che sono un defecatoio.

  2. Anonimo

    Mentre queste immagini mostrano il tratto per raggiungere la M3 Lodi TIBB che sicuramente dovrà essere ridisegnato per essere integrato col nuovo progetto di Scalo Romana.

    Io tutta questa sicurezza non l’avrei, FS impiega tra i 20 e i 30 anni per fare un progetto, direi che quello che vedete sarà quello che faranno, il parcheggio di porta Garibaldi non vi ha insegnato nulla?

  3. Filippo

    Salve buongiorno, io filmo i treni in quella stazione.Passano sempre treni a piano ribassato si può rimettere il TAF?.
    SI PUÒ SAPERE INVECE PERCHÈ PASSA LA PILOTA CASARALTA E VIVALTO?

    1. Andrea

      Una curiosità: filmi i treni per lavoro o perché speri un giorno di riprendere qualche fatto rilevante, tipo che un vagone inzi a fluttuare nell’aria?

  4. Anonimo

    Noooo … ma siete matti????

    Una copertura in vetro moderna per nobilitare una stazioncina d’epoca quasi del tutto priva di qualsivoglia valore architettonico??? (Il dettaglio più rilevante sono due lampaducce art nouveau…)

    Quelle cose lì le fanno in Inghilterra o in Nordeuropa, o magari in Spagna, ma da noi la nostra illuminatissima soprintendenza non lo permetterebbe mai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.