"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Bruzzano – Svelato il masterplan per l’area Unipol

UNStudio con UNSense si aggiudica il concorso per l’area Unipol di Bruzzano, nella periferia nord di Milano. Una competizione promossa da UnipolSai Corporate per la realizzazione di una cittadella del benessere e della salute. Lo studio olandese ha presentato un masterplan con un mix funzionale su un sito di 135mila mq, con un insediamento di 76mila mq di superficie. Partner di progetto SBGA – Blengini Ghirardelli Systematica LAND Manens-Tiffs GAD – Global Assistance Development e Drama per la parte visual.

UNStudio e UNSense hanno svelato i primi dettagli di un’operazione che riguarda un sito di 135mila mq, dove è previsto un insediamento di 76mila mq di superficie. Un masterplan con un mix funzionale che include residenze, negozi, attività e servizi per il cosiddetto “Healthcare”.

UNStudio ha lavorato in partnership con SBGA come local design partner, con Systematica per la mobilità, Land per il paesaggio, Manens-Tifs per la sostenibilità e Gad per il controllo dei costi. La parte visual è di Drama.

Siamo nel distretto di Bruzzano antica frazione di Affori, dove Unipol conta di investire in un progetto che propone una forte integrazione nell’ambito dell’area metropolitana milanese e con un concept studiato per un futuro sostenibile e resiliente della città.

“L’obiettivo della nostra proposta – racconta UNStudio che oggi ha svelato il suo progetto attraverso i suoi canali social – è quello di imparare dalle condizioni esistenti, e trasformarle in opportunità, dando forma ad un nuovo quartiere con una forte identità e un maggiore senso di sicurezza e protezione. Il progetto UNStudio per il masterplan di Bruzzano si propone di incentivare la crescita di una nuova comunità dove salute, natura e persone siano al centro del progetto urbano. Con questo – spiegano – miriamo ad avviare una nuova rinascita della vita urbana di periferia, incentrata sul benessere e su una vita sana”.

Per raggiungere l’inclusività e l’accessibilità a livello di quartiere si è immaginato un ecosistema in cui persone, natura e tecnologia vivono in simbiosi. Obiettivo che passa per tre slogan: Nurture-Nature, Inclusive Neighbourhood e Care Communities.

Il progetto di UNStudio guarda allo sviluppo di un ambiente che influisca du emozioni positive integrando natura e vita umana. Una “Comunità di cura” che sappiano integrare una vita sana, l’assistenza sanitaria, la tecnologia e le connessioni con la comunità. Un distretto decentralizzato a tema sanitario, con tecnologia che avvicina ai servizi sanitari agli utenti finali e incoraggia scelte di vita salutari come parte della vita quotidiana.

L’area interessata si estende seguendo una forma a S da viale Rubicone, via Senigallia sino alla ferrovia e alla nuovo stazione di Bruzzano. In mezzo si trovano le torri per uffici di via Senigallia e i palazzi abbandonati dell’area attorno all’Hotel Da Vinci, che speriamo vengano riqualificati quanto prima. (info ppan.it)

UNStudio UNSense, Unipol, Bruzzano, viale Rubicone, via Senigallia, Riqualificazione

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


4 thoughts on “Milano | Bruzzano – Svelato il masterplan per l’area Unipol

  1. Ramying

    Spero sia previsto un prolungamento tra Via Morlotti fino a Via Girardengo/Viale Borromeo per avvicinare quella area di Bruzzano con Brusuglio, due quartieri attaccati l’uno con l’altro ma lontanissimi.

    Devierei, poi, la 83 da Brusuglio così: svolta a sinistra in questa nuova via, svolta a destra in Via Senigallia, in Largo Abbagnano gira verso Affori e fa il nuovo capolinea ad Affori Nord, in Via Ciccotti, anziché alla Comasina.

  2. Davide

    Bellissima iniziativa per tutto il quartiere. Spero solo non facciano altri palazzi enormi. Già ci sono le 2 ali dell’hotel che dovrebbero essere demolite per riqualificare la zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.