"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Precotto – Cantieri in zona: maggio 2021

Giro “turistico” tra alcuni cantieri nel distretto di Precotto.

Cominciamo questa volta con il cantiere di Via Lucio Giunio Columella 24 e via Parmenide.

Verranno qui realizzati due edifici, uno di solo un piano e uno di 5 piani residenziale. Il progetto architettonico, molto interessante, è dell’architetto Giovanni Bassi ed è a cura della società di costruzioni Edil C.E.I.. Si  dovrebbe concludersi verso la fine di Luglio del 2021. Come si vede, è cominciata l’operazione di smontaggio delle impalcature.

Non lontano, verso Villa San Giovanni, troviamo il cantiere posto all’angolo tra la Via Lucio Giunio Columella e la Via Pindaro, dove sta sorgendo un nuovo complesso residenziale: il Columella 38.

Per ultimo il progetto di Viale Monza 273, ancora impacchettato ma probabilmente ancora per poco.

L’edificio che si compone di un piano interrato e sei fuori terra. Dispone di diversi servizi condominiali; quali un parcheggio sotterraneo, una piccola palestra, un locale deposito e infine una rimessa per le bici. Per minimizzare l’impatto ambientare e i costi, sono stati installati sia dei pannelli fotovoltaici che produrranno energia elettrica, sia dei pannelli solari atti a produrre acqua calda. Sarà inoltre realizzato un giardino condominiale dotato di impianto di irrigazione nelle parti comuni. Il progetto è a cura dello studio milanese Ingegneria Domioni.

Precotto, Via Parmenide, Via Lucio Giunio Columella, Via Pindaro, viale Monza, Villa San Giovanni,

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.