"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Loreto-Casoretto – Sistemazione incroci di via Porpora: settembre 2021

Dallo scorso febbraio sono in corso i lavori per sistemare Via Nicola Antonio Porpora che attraversa i distretti di Loreto e Casoretto sino a raggiungere Lambrate.

Infatti, a partire da piazzale Loreto e per tutta via Porpora, sino a piazza Piero Gobetti gli incroci non semaforizzati saranno interessati da interventi di stondatura marciapiedi. L’obiettivo è di mettere in sicurezza gli attraversamenti pedonali ed aumentare la visibilità agli incroci. 

Qui sotto riprendiamo il percorso degli interventi, dall’incrocio con Via Alfredo Catalani (già completato) dirigendoci verso piazza Gobetti.

Lunedì 27 settembre iniziano i lavori di riqualificazione con allargamento marciapiedi e attraversamenti di Piazza Gobetti.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Tag: Piazzale Loreto, via Porpora, piazza Gobetti, Arredo Urbano, Viabilità, Loreto, Casoretto




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


5 thoughts on “Milano | Loreto-Casoretto – Sistemazione incroci di via Porpora: settembre 2021

  1. massy982@tiscali.it

    Bene le oreccchie! Cmq vedo che ultimamente stanno usando per rifare i marciapiedi lo stesso catrame/asfalto che viene usato per le strade. È cosa buona e giusta?

    Di solito invece usano quello che poi sopra ci mettono la “sabbietta”.

    (detto che è pur sempre asfalto e non pietra che immagino tutti preferiremmo)

    1. Renato

      Effettivamente per ora su queste piazzole parcheggiano molte moto e l asfalto sprofonda di buche generate dal peso delle moto
      Evidentemente non e’ l asfalto giusto.

      1. Anonimo

        Gli affossamenti dovuti alle moto (nonché alle macchine, ai tavolini, ai vasi, alle impalcature e chi più ne ha più ne metta) ci sono anche sul catrame “normale” dei marciapiedi.

        È proprio il catrame che è un materiale inadatto a Milano, specialmente ora con il cambio climatico. Si impregna di polvere e sembra sempre sporco, e d’estate si scioglie colando sui cordoli contribuendo, al caratteristico aspetto da terzo mondo dei marciapiedi milanesi.

  2. Renato

    Sara’ mia ignoranza ma mi sfugge l’ utilita’ di tute queste “isolette”.
    Non comprendo inoltre a che servono le corsie bianche per le carrozzine che terminano contro i muri delle case.
    Bastava solo lo scivolo.

    1. Giovanni

      l’intervento è finalizzato a migliorare la visibilità dei pedoni durante l’attraversamento, le corsi bianche servono a indicare fisicamente alle persone non vedenti cosa le circonda e dove trovare l’edificio per riuscire ad orientarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.