"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Magenta – San Nicolao 4: quasi completato

L’intervento di rigenerazione per la palazzina di via San Nicolao 4 (Porta Magenta e Piazzale Cadorna) è quasi completato.

Si trattava di una palazzina costruita negli anni Trenta abbastanza anonima in precedenza rivestita in mattonelle, di tre piani con spazi commerciali al piano strada. Si trova adiacente alla seicentesca chiesa di San Nicolao, ed è stata completamente rivisitata dallo Studio Architetto Giorgio R. Amendola.

La nuova veste, dobbiamo dire, anche se senza particolari architettonici interessanti, si integra meglio nel piccolo contesto di via San Nicolao, adiacente alla chiesetta e al palazzo ottocentesco di via San Nicolao 2. Infatti al posto delle mattonelle in facciata, è stato preferito l’intonaco e naturalmente è stato aggiunto un piano alla struttura.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Tag: Porta Magenta, Via San Nicolao, Riqualificazione, Piazzale Cadorna, Corso Magenta

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


4 thoughts on “Milano | Porta Magenta – San Nicolao 4: quasi completato

  1. Matt

    Non sono d’accordo con il commento all’articolo, molto meglio il palazzo prima nel suo pieno stile anni ’30. Perché occorre sempre buttare via tutto?

  2. ambrogio brambilla

    se non sbaglio la “palazzina costruita negli anni Trenta abbastanza anonima in precedenza rivestita in mattonelle, di tre piani con spazi commerciali al piano strada” nel frattempo è cresciuta di un piano ed ora è più alta della chiesetta ?

  3. Est71

    un altro incredibile peggioramento della situazione precedente dove il dialogo con la confinante chiesetta era più rispettoso grazie alla minore altezza, un aggetto di gronda più contenuto e il rivestimento in mattoncini al posto di quel patetico e obsoleto intonaco giallino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.