Milano | Cinisello Balsamo – Prolungamento M1: ripartiti i lavori per la stazione Monza Bettola

Definiti tutti gli accordi e gli impegni di Comune di Milano, MM SpA, impresa e operatore, e recuperate tutte le risorse integrative necessarie, ripartono oggi i lavori per la realizzazione della stazione di Cinisello Balsamo per il prolungamento della M1 Monza Bettola. Sarà il nuovo capolinea verso nord della linea rossa della metropolitana.

Si tratta di un cantiere particolarmente articolato perché comprende la realizzazione di tre opere, un vero e proprio hub: oltre alla stazione M1 Cinisello Balsamo-Monza Bettola, anche il nuovo Centro commerciale e tutte le infrastrutture di interscambio con un parcheggio da 2.500 posti auto. Si aggiungono anche il capolinea degli autobus provenienti dalla Brianza, l’Autostrada A4 Torino-Venezia, il collegamento stradale della Rho-Monza, la superstrada di collegamento a Lecco e infine la predisposizione per il futuro prolungamento della Linea 5 a Monza. Qui lavorano più operatori nelle stesse aree di lavoro, con particolari sovrapposizioni delle attività che hanno richiesto un puntuale e preciso coordinamento degli interventi tra il soggetto attuatore del nuovo Centro commerciale e l’appaltatore affidatario della realizzazione del prolungamento della Linea 1.

Quella di Cinisello Balsamo è una stazione strategica per il territorio e per la mobilità dell’area a nord di Milano. È un nodo di interscambio tra traffico privato, linee di superficie, linee metropolitane della Brianza e di gran parte della mobilità del comparto nord-est di Milano, da dove proviene il maggior numero di spostamenti e di auto verso Milano.

L’ultimazione dei lavori con la messa in esercizio del prolungamento della Linea 1 a Cinisello Balsamo-Monza Bettola con le nuove due stazioni Restellone e Cinisello e la contestuale apertura del nuovo Centro Commerciale è prevista entro il dicembre 2024.

Lo scorso gennaio MM Spa aveva concluso un accordo con l’impresa costruttrice riattivando i lavori a Sesto San Giovanni e Restellone per le sistemazioni superficiali, consentendo tra l’altro anche la riapertura dell’asse viario di via Gramsci a Sesto San Giovanni per il collegamento tra Milano e Monza. L’integrazione dei costi per completare l’opera è stata assicurata con 15 milioni dallo Stato nella legge di bilancio approvata a dicembre 2019, 9,2 milioni da Regione Lombardia e 7,1 milioni dal Comune di Milano.

Riferimenti fotografici: Comune di Milano

Cinisello Balsamo, Monza Bettola, M1, Metropolitana, Cantiere

Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

11 commenti su “Milano | Cinisello Balsamo – Prolungamento M1: ripartiti i lavori per la stazione Monza Bettola”

  1. Una barzelletta… tutta italiana !

    … e mentre il mondo va avanti, noi restiamo impantanati nella burocrazia borbonica di questo paese.

    Rispondi
  2. Meno male che l’onniscienza risiede in te. Forse con l’eccezione dell’ortografia (“non c’è n’erano accorti”)

    Peccato che il tuo apprezzato silenzio pre elettorale (forse legato alla onnisciente consapevolezza che i tuoi educati suggerimenti di voto non si tradurranno in un responso delle urne adeguato?) non sia continuato anche oggi. E magari pure esteso al prossimo quinquennio

    Rispondi
    • Il silenzio elettorale lascialo ai politici, a noi lasciaci la libertà di parola, mi risulta ci sia ancora , “anonimo dell’1:45”

      Rispondi
      • La libertà di parola è sacra, pure quella di straparlare del tizio a cui rispondevo. Apprezzavo il silenzio che costui ci aveva regalato per qualche giorno (anche quello liberamente scelto). Notavo solo la singolare coincidenza con una vigilia di elezioni in cui i suoi auspici avevano scarse probabilità di materializzarsi

        Rispondi
  3. Andavo a scuola, giunta Albertini, venti anni dopo ancora non realizzata 👍… celeri ed organizzati

    Piramide di Cheope 1, prolungamento Monza bettola zero

    Rispondi
    • Di questo dobbiamo ringraziare il comune di Monza che non ha mai voluto la metro, veramente, non c’entra Albertini (che ha altre colpe).

      Rispondi
  4. Siamo al 17 marzo e non si vedono avanzamenti. Passo da quelle parti tutte le mattine (8.30), percorrendo gran parte del perimetro dell’enorme cantiere per recarmi a lavoro attraverso la SS36 direzione Monza/lecco. A parte qualche sparuto tecnico/operaio che si intravede ad uno dei numerosi ingressi al cantiere é tutto sostanzialmente e desolatamente FERMO

    Rispondi

Lascia un commento