"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: 29 novembre 2021

Aggiornamento di fine novembre 2021. Siamo al cantiere per la costruzione della Torre Unipol, il grattacielo di circa 120 metri, progettato dallo studio di Mario Cucinella Architects in costruzione a Porta Nuova, in via Melchiorre Gioia.

Proseguono i lavori per il completamento delle facciate della torre più complessa in costruzione a Milano (e sicuramente in Italia).

Come si vede, il montaggio della struttura a triangoli che compone l’intelaiatura per le vetrate è giunta alla vetta.

La parte della sommità della torre di 120 metri, si “arriccia” come un tubo di gomma lasciando aperta una parete che diventerà la terrazza serra.

Referenze fotografiche: Duepiedisbagliati, Roberto Arsuffi, Valter Repossi

Torre Unipol, Mario Cucinella Architects, Porta Nuova, via Melchiorre Gioia

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


10 thoughts on “Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: 29 novembre 2021

  1. Anonimo

    Certo che questa torre poteva essere davvero bella. Peccato per l’altezza, purtroppo a Milano hanno paura di andare più in sù con i metri. Poi anche il legno dei render, qualcuno sa che fine ha fatto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.