"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Torino | Orbassano – Un nuovo enorme Polo Logistico nel 2023

Fino ad un mese fa l’avanzamento dei lavori si attestava a più della metà, al 65% esattamente, come si legge sul cartello affisso vicino alla segnaletica di cantiere in Via G. Agnelli, a Orbassano, cintura sud di Torino. A questo indirizzo, infatti, in un terreno di circa 135.000 mq, tra Via Agnelli e Strada Stupinigi, sta sorgendo un enorme e nuovo Polo Logistico, costruito in tempi molto brevi e che sarà operativo nel 2023.

Il centro logistico in costruzione è un capannone industriale di circa 35.000 mq, progettato dalla SFRE dell’Ing. Filippo Salis – uno dei massimi esperti in tema di progettazione per centri logistici e direzionali – che è responsabile progettuale oltre che del fabbricato, di tutta l’area pertinenziale del Centro, inclusi altri edifici attigui e complementari, parcheggi interni e, soprattutto, le sistemazioni esterne pubbliche.

Il progetto, infatti, prevede ingenti oneri di urbanizzazione, che interesseranno fortemente le aree limitrofe: oltre ad una sostanziale modifica della viabilità – con l’introduzione di due nuove rotatorie sia in Via Agnelli che in Strada Stupinigi e lavori di rinnovo dell’uscita della autostrada Torino-Pinerolo e della Tangenziale – saranno oggetto d’intervento anche la sistemazione delle aree pedonali e dei marciapiedi, ma soprattutto la realizzazione di diverse piste ciclabili che faciliteranno il raggiungimento della sede logistica da altre aree attigue – come la zona industriale limitrofa o il Centro Commerciale Rivalta.

Il polo logistico, infatti, ha bisogno di un sistema di collegamento e raggiungimento studiato, dato che vedrà lo spostamento e l’assunzione di quasi 500 nuovi dipendenti, per i quali sono previsti ovviamente tutti i servizi accessori: dalle mense interne, ai parcheggi, alle postazioni per bici, monopattini elettrici, etc. Le dimensioni del fabbricato confermano l’ingente investimento eseguito per l’area: il capannone infatti possiede più di 70 posti di carico per bilici e camion, che testimoniano l’enorme potenziale, in senso logistico, che è stato pensato per l’area e per l’opera in costruzione.

La Costruzione del Centro ha anche mosso altre società, come una nota catena di fast-food americana, che ha appena aperto un nuovo punto proprio a due passi dal nuovo fabbricato prevedendo, appunto, un aumento del flusso di utenti che, oltre a coinvolgere gli impiegati del Centro, interesserà ovviamente anche tutto il personale delle società satellite, trasportatori, clienti, fornitori collegati all’attività logistica.

I lavori sono stati molto celeri: iniziati a Marzo 2022, hanno visto un velocissimo avanzamento delle strutture in elevazione prefabbricate e successivamente poi la chiusura con pannelli isolanti, senza nessuno stop neanche nei caldissimi mesi estivi. La GSE Italia srl, Impresa affidataria dei lavori per un importo complessivo di 45 milioni di euro, ha l’obiettivo di consegnare le aree nella primavera del 2023, appena un anno dopo dal suo inizio. La società infatti conta sulla propria esperienza del settore, essendo il leader nazionale per lavori di realizzazione fabbricati e capannoni industriali, per clienti quali Amazon, Michelin, Lyreco in tutta Italia.

Non è ancora noto chi sarà l’occupatore dei nuovo Polo Logistico: la proprietà e committente Vailog srl ha finora mantenuto un ferreo riserbo su questo investimento (infatti non vi sono informazioni sui siti dei principali professionisti coinvolti – Vailog stesso, GSE Italia srl, SFRE, etc) ma diversi indizi fanno pensare ad Amazon come cliente principale: oltre ai colori delle facciate, che ricordano palesemente il logo e i colori usati dal famoso colosso di vendita online e distribuzione (giallo-beije, blu), anche la ricerca di Amazon, negli ultimi anni, di aree in cui espandere la propria presenza in Piemonte, sembra confermare questa opzione. Amazon, infatti, è già presente a Grugliasco (cintura ovest di Torino), con un centro logistico molto grande ma saturo: indizio che sembra voler confermare la necessità della società ad un’espansione su Torino e dintorni.

Committente: Vailog srl (Milano)

Progettista: SRFE srl (Milano)

Impresa: GSE Italia srl (Milano)

Foto: Francesco Gullace

Fonte: Google Maps



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Ingegnere Edile appassionato di Architettura e Ingegneria e operante nel settore delle Costruzioni, sia in Italia che all’estero.


9 thoughts on “Torino | Orbassano – Un nuovo enorme Polo Logistico nel 2023

  1. Luca

    Considerando che in pianura padana circa il 10% dei capannoni esistenti non viene utilizzato (fonte confommercio), il consumo di suolo è un peccato mortale.
    O forse il polo logistico sorge su un terreno industriale dismesso?

    Luca

      1. Logis

        Ciao Stefano
        è pur sempre consumo di suolo, anche se c’è assoluto bisogno di nuovo strutture di questo tipo.

        Il problema vero sono i “vecchi” capannoni destinati a rimanere vuoti

  2. Anonimo

    Mi chiedevo giusto la stessa cosa.

    Veramente un peccato, altra occasione persa di recuperare suolo dismesso anziché edificarne altro…

    Poi a parole (nei comunicati stampa e ovunque faccia notizia) tutti leader del cambiamento e della sostenibilità: ma andassero un po’ a quel paese

  3. Antonio

    Fa ridere l’articolo che per tutta la sua lettura si tiene sul vago, quasi a voler far credere di essere all’oscuro di quale fantomatico committente si cela dietro la costruzione del capannone, quando qui in zona tutti, e ripeto tutti, sanno trattarsi di Amazon, da moltissimi mesi prima che i lavori iniziassero.
    L’articolo nel gennaio 2023 ha dubbi, gli abitanti del posto sanno tutto da metà del 2021. Complimenti al redattore.
    Per quanto riguarda il punto ristoro di una nota società americana che ha appena aperto a pochi passi, anche qui c’è il dubbio, oppure non si può dire che è un Mc?

  4. Mary

    Buondi
    Ho bisogno di sapere com si fa a presentare il curriculum
    Un email
    Un recapito telefonico
    Qualcuno con cui parlare
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.