Milano | Bruzzano – Cantiere sottopasso di via Oroboni: marzo 2024

Bruzzano. Il 12 marzo scorso l’Assessore alla Sicurezza Marco Granelli assieme ad altri tecnici del Comune di Milano, la Presidente del Municipio 9 Anita Pirovano e l’Assessore municipale Mirko Mazzali hanno effettuato un sopralluogo al cantiere di Ferrovienord per il sottopasso di via Oroboni.

Da più di 3 anni sono in corso i lavori per realizzare il sottopasso e chiudere il passaggio a livello definitivamente. Come ci ha tenuto a far sapere l’assessore Granelli, periodicamente il Comune di Milano si incontra con i responsabili del cantiere e di Ferrovienord per controllare la situazione , visto che questo cantiere ha portato non pochi disagi nel quartiere, tagliando in due l’area con difficoltà per spostare gli abitanti da una parte all’altra delle ferrovie.

I lavori sembrano esser giunti a buon punto e si spera di poter aprire il passaggio quanto prima probabilmente entro giugno.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi, Marco Granelli

via Oroboni, Bruzzano, Ferrovie Nord, Viabilità, Via Pesaro

Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

16 commenti su “Milano | Bruzzano – Cantiere sottopasso di via Oroboni: marzo 2024”

  1. Dopo L’apertura rimarra’ pulito solo il primo Giorno. Poi si riempira’ di scarabocchi, pisciate , spacciarori di droga etc, etc, cosi’ nessuno lo usera’ piu’. Anche se ci mettessero le telecamere non servirebbe a Niente.

    Rispondi
    • Il passaggio a livello è già chiuso dal 2018 e quindi sono ben più di tre anni che stanno facendo un buco…in altri posti nello stesso tempo costruiscono città noi che abitiamo dall’altra parte siamo prigionieri senza negozi senza servizi e per andare dall’altra parte bisogna prendere l’auto e farsi 20 minuti di strada quando c’è traffico (tutti i giorni praticamente)

      Rispondi
      • Il passaggio a livello è comunque aperto ai pedoni (dal 2020), al posto di impiegarci 20 minuti in auto perché non andarci a piedi?

        Rispondi
  2. Il problema oltre al sottopassaggio che verrà sicuramente imbrattato, è che nn cj sono è nn ci saranno mai servizi x gli abitanti di via Senigallia e limitrofi dove hanno tagliato il quartiere

    Rispondi
  3. Perché, o si passa sotto le sbarre perennemente abbassate (con i rischi che ne con seguono…) o si aspettano, dopo la camminata, dai 10 ai VENTI minuti che le sbarre vengano alzate !!! Il tutto condito da presenze ormai note a tutti di spacciatori e clienti vari da ambedue le parti della ferrovia. Ne abbiamo le scatole piene!!

    Rispondi
  4. Le persone di una certa età e i disabili, avranno sicuramente problemi con quelle scale. Peraltro, voglio proprio vedere quanto a lungo resteranno funzionanti gli ascensori.

    Sempre che non si allaghi tutto quando pioverà a dirotto.

    Rispondi
  5. Ottimo consiglio andarci a piedi per chi va al supermercato e deve tornare con le buste della spesa, confezioni di acqua, detersivi, se poi è una persona anziana ancora meglio.😡

    Rispondi
  6. Volevo capire,ma per i disabili con la carrozzina,se gli ascensori non funzionano,non possono andare dall’altra parte?oppure c’e’ uno scivolo,o solamente le scale?

    Rispondi

Lascia un commento