"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Curiosità: le strade in blocchi di cemento

 

Quanti di voi hanno notato che alcune strade, come ad esempio Viale Gabriele D’AnnunzioViale Gian GaleazzoViale Beatrice D’EsteViale Angelo Filippetti, Viale Emilio Caldara e così proseguendo… non sono asfaltate ma bensì realizzate in grandi blocchi di cemento?

Qui in questo dettaglio si vede lo spessore del blocco in composto di cemento che forma la lastra della pavimentazione di viale D’Annunzio

Si tratta di una soluzione adottata negli anni Cinquanta del ‘900 e a dire il vero se dopo più di sessant’anni ancora resiste è stata una soluzione, diciamo, duratura e lungimirante.

A guardar bene inizia a scricchiolare un po’, specie in alcuni punti dove grandi crepe e profondi solchi segnano le piastre. Con questo sistema vennero sistemate quasi tutte le strade che formano i grandi viali che seguono i bastioni delle mura “spagnole” e altri grandi vialoni come via Domodossola.
Se questa soluzione non è stata più applicata sicuramente sarà stato a causa degli alti costi del materiale.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.