"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Isola – Rinnovo per Pola 9/11

A nostro parere l’edificio per uffici di via Pola costruito negli anni Sessanta del ‘900 non era male, ma come spesso sta accadendo di questi tempi c’è bisogno di nuove qualità energetiche e di risparmio, così molti edifici –  costruiti soprattutto dal 1950 in poi – sono sottoposti ad un totale rinnovo.

Qualche anno fa all’interno di questo stabile si erano stanziati gli uffici INPS dopo che avevano lasciato il palazzo di Gioia 22 nel 2012. Gli uffici INPS si sono nuovamente trasferiti e dislocati nelle altre sedi, lasciando lo stabile definitivamente. I lavori di riqualificazione sono stati avviati a maggio.

Il progetto è di GBPA Architects, gli stessi che hanno eseguito i lavori sul  bel palazzo di vale Monte Grappa. Nuovo aspetto, più leggero e moderno pur rispettando le stesse cubature dell’esistente.

L’immobile è stato acquisito a fine 2016 dal Fondo Value Add I Italy gestito da Kryalos SGR e l’intervento ha come obiettivo la riqualificazione integrale attraverso il ridisegno delle facciate e la riorganizzazione degli spazi interni.

Il progetto prevede di adeguare gli interni dell’immobile agli attuali standard richiesti per spazi di lavoro. Attraverso la trasformazione dell’involucro si stabilisce un nuovo rapporto fra interno ed esterno, in particolare sul fronte di Via Pola, migliorando il comfort degli spazi di lavoro e l’efficienza energetica che mira all’ottenimento della Certificazione LEED.

Di seguito alcuni rendering

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


10 thoughts on “Milano | Isola – Rinnovo per Pola 9/11

  1. ocia87

    “A nostro parere l’edificio per uffici di via Pola costruito negli anni Sessanta del ‘900 non era male”.
    Ma a nostro parere di chi? Mi risulta un solo autore di questo articolo. Gli autori di Urbanfile si mettono quotidianamente attorno un tavolo a decidere: “questo ci piace, questo no”?
    Comunque l’edificio era inguardabile. Il miglioramento è sopra ogni aspettativa.

    1. Urbanfile

      Siamo un gruppo di appassionati di Milano e sì, di tanto in tanto ci capita di scambiarci pareri su edifici e ristrutturazioni. Anche a noi l’intervento di GBPA sembra ottimo, ma l’edificio precedente non era brutto…sempre a nostro parere 😉

      1. Guzzy

        Fortunatamente esiste Urbanfile, un punto di riferimento per architettura ed urbanistica! Grazie per tutto quello che fate!!!

      2. ocia87

        @Urbanfile
        Sì sì, conosco personalmente alcuni di voi. Buono a sapersi comunque. Sorprende sapere che i pareri combacino così spesso quando su Skyscrapercity sono spesso opposti.

  2. Anonimo

    Grazie UF per la passione e la competenza! L’intervento è notevole, la differenza la farà poi chi “abiterà” l’edificio.
    In ogni caso, Isola ha un dinamismo come pochi altri quartieri in Europa e nel mondo.

  3. GG

    Beh insomma quello vecchio era bello goffo e senza simmetrie o pregi. Ho paura che quello nuovo subirà lo stesso trattamento in 50 anni, perché anche lui lo vedo abbastanza banale. Poi cosa ne sappiamo, magari tra 50 anni tornerà di moda il gotico e avremo via pola neogotico!

  4. Doc

    L’attuale “palazzo anni 60’” è semplicemente orrendo. Sono felice che non venga abbattuto poiché é proporzionato al contesto ma venga rinnovato.
    Bello il progetto, nota positiva la certificazione LEED.

  5. Daniele

    Devo dire che non riesce ad entusiasmarmi ne il prima ne il dopo… rischia di diventare una delle tante banalità’ architettoniche. Peccato occasione persa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.