"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

L’ex Diurno, quale spreco

Nel 2007 era stato riaperto l’ex Diurno Cobianchi che si trova sotto i portici di Piazza Duomo, dove c’è il passaggio per Via Silvio Pellico. Bell’esempio, miracolosamente sopravvissuto in questa città facile alle trasformazioni, di bagno pubblico in puro stile il liberty con ancora arredi originali decó del tempo. Con la riapertura, il comune lo trasformò, adattandolo a sede dell’ufficio informazioni turistiche di Milano. Vennero anche esposti i reperti archeologici che sono emersi scavando sotto il pavimento e venne aperto anche l’accesso da Via Tommaso Gossi, con una fontana mai utilizzata perché rendeva il marmo scivoloso (conoscere le dinamiche idrauliche e i materiali sarebbe pretendere troppo). Ebbene, dopo un paio di anni in funzione, lo spazio venne chiuso (qualcuno si azzarda a dire che mancavano i requisiti di sicurezza). Ora versa in uno stato pietoso, le foto lo testimoniano: i lucernari sono stati diverse volte colpiti e rovinati da auto e furgoni che manovrano in via Silvio Pellico, mentre l’accesso davanti alla Galleria, in Via T.Grossi, è sempre più triste; per fortuna trovandosi davanti al Park Hyatt, il grande hotel lo tiene pulito, altrimenti sarebbe una vera latrina. Che spreco…

Com’era.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.