"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Intitolate a Elsa Morante, Italo Calvino e Luciano Berio tre vie di City life

Scelte tre personalità innovative della cultura contemporanea per un quartiere che nasce oggi
Milano, 4 maggio 2014 – In questi giorni la Giunta di Palazzo Marino, su proposta dell’assessore alla Cultura, ha deciso di intitolare tre vie di City life ad altrettante importanti personalità italiane.

Le nuove intitolazioni nel quartiere di CityLife-Tre Torri

City life è fra i quartieri più importanti del processo di riqualificazione urbanistica di Milano, qui sorgono gli immobili progettati dai famosi architetti internazionali: Arata Isozaki, Zaha Hadid, Daniel Libeskind per questo tre luoghi che lo attraversano saranno intitolati agli scrittori Elsa Morante e Italo Calvino e al compositore Luciano Berio, personalità italiane che rappresentano la cultura italiana in tutto il mondo.

Sono state scelte tre figure tra le più significative della cultura italiana contemporanea per un quartiere che nasce oggi. Elsa Morante, Italo Calvino, Luciano Berio sono particolarmente amati e seguiti in Italia e nel mondo, a loro dedichiamo tre luoghi della nuova Milano.

A Elsa Morante è dedicata la piazza tra via Spinola e via Senofonte, A Italo Calvino il tratto tra via Spinola e piazza Elsa Morante e a Luciano Berio il tratto tra via Senofonte e Piazza Elsa Morante.

Planimetria situazione cantiere a CityLife

Elsa Morante (Roma 1912 – Roma 1985), trascorre la sua infanzia nel quartiere popolare di Testaccio. Inizia giovanissima a scrivere filastrocche e favole per bambini, poesie e racconti brevi che sono pubblicati a partire dal 1933. Nel 1936 conosce Alberto Moravia e si sposano nel 1941. Il suo primo romanzo, Menzogna e sortilegio, è del 1948; nel 1957 esce, indimenticabile, L’isola di Arturo. Negli anni sessanta si separa da Moravia e viene pubblicata una raccolta di racconti, Lo scialle andaluso. E’ 1968 Il mondo salvato dai ragazzini , un misto di poesia, canzoni e dialoghi e nel 1971, inizia a scrivere il capolavoro La Storia. Il romanzo è un grande affresco dell’Italia, ambientato a Roma durante la seconda guerra mondiale, esce nel 1974 e ha fama internazionale. L’ultimo romanzo di Elsa Morante è Aracoeli, pubblicato nel 1982.

Italo Calvino (Santiago de Las Vegas de La Habana, Cuba, 1923 – Siena 1985), arriva in Italia – a Sanremo – nel 1926 quindi si trasferisce a Torino dove si laurea in agraria. Scrittore e partigiano, intellettuale di grande impegno politico, civile e culturale, è uno dei narratori italiani più importanti e originali del Novecento. L’esperienza partigiana è alla base del suo primo romanzo, Il sentiero dei nidi di ragno e della raccolta di racconti Ultimo viene il corvo. La sua è una scrittura cristallina, a tratti classica, sempre ironica. Numerosi i campi d’interesse toccati e raccontati attraverso numerosi capolavori quali la trilogia de I nostri antenati, Marcovaldo, Le cosmicomiche, Se una notte d’inverno un viaggiatore, Il cavaliere inesistente, Le città invisibili , uniti dal filo conduttore della riflessione sulla storia e la società contemporanea . Postume ma importanti le Lezioni americane e i tre volumi Sotto il sole giaguaro, La strada di San Giovanni, Prima che tu dica pronto.

Luciano Berio (Oneglia 1925 – Roma 2003) Impara a suonare il pianoforte dal padre e dal nonno, entrambi musicisti e compositori. Studia al Conservatorio di Milano ma gli è preclusa la carriera concertistica come pianista a causa di una ferita di guerra alla mano quindi Berio sceglie di concentrarsi sulla composizione . La curiosità per ogni categoria musicale si manifesta in tutta la sua attività: nel 1954 fonda e dirige con Bruno Maderna lo Studio di Fonologia Musicale presso la RAI. Nel 1956 fonda la rivista Incontri Musicali. Didatta carismatico, Berio insegna a Darmstadt, alla Summer School di Dartington, al Mills College in California, alla Harvard University e alla Juilliard School di New York dal 1965 al 1972. Dal 1973 al 1980 dirige il dipartimento elettroacustico dell’IRCAM di Parigi e nel 1987 fonda il Centro Tempo Reale di Firenze. Nel 1995 la Biennale di Venezia gli assegna il Leone d’oro alla carriera e nel 1996 la Japan Art Association il Praemium Imperiale. Nel 2000 è presidente dell’Accademia di Santa Cecilia.

Dal Comune di Milano
Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.