"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Quale futuro per i Caselli Daziari delle Porte?

milano_porta_nuova_arco

A partire da oggi gli aspiranti assegnatari dei caselli daziari di piazzale Principessa Clotilde, piazza XXIV Maggio e piazza V Giornate, potranno visitare le strutture insieme ai tecnici del Comune di Milano. Il bando, aperto nei giorni scorsi con scadenza il 10 settembre, ha aperto infatti la ricerca di associazioni di imprese o professionisti che vorranno trasformare i caselli in ‘vetrine delle eccellenze produttive del territorio milanese’.

IL BANDO

Il bando chiede di sviluppare un progetto in grado di promuovere il sistema produttivo milanese attraverso diverse attività pubbliche (esclusa la vendita): stand espositivi di prodotti industriali, artigianali e agroalimentari, mostre e vetrine virtuali, incontri, manifestazioni ed eventi. Dovrà essere garantita l’apertura degli spazi e la possibilità di visite per tutti i cittadini per almeno 5 giorni alla settimana. Potranno essere ospitate aziende diverse che si alterneranno per il tempo della concessione. Durante Expo 2015, si chiederà la presenza di un punto informativo relativo alla manifestazione e alle iniziative di ‘Expo in città’.

Sul sito del Comune di Milano (cliccando sul banner ‘Casa e Assegnazione spazi’ in homepage), è possibile visionare il testo integrale del bando, le schede tecniche e i contatti telefonici utili per prenotare i sopralluoghi.

2014-06-07-5-giornate
I CASELLI

Il casello sud di piazza Cinque Giornate risale al 1873 ed è stato ristrutturato, l’ultima volta, alla fine degli anni Novanta. Ha una superficie complessiva di oltre 140 metri quadri ed è diviso su 4 livelli (piano terra, soppalco, primo piano e seminterrato).

Il casello ovest di piazza XXIV Maggio risale agli inizi dell’800 e fa parte di Porta Ticinese, antica sede della dogana sulla Darsena. La superficie del casello è di circa 314 metri quadri, suddivisi su due piani comprese le cantine.

I caselli est e ovest di Porta Nuova, in piazzale Principessa Clotilde, furono costruiti tra il 1810 e il 1813. Complessivamente le due strutture, collegate dalla Porta centrale ma con ingressi separati, hanno una superficie di 140 metri quadri.

porta_ticinese

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


One thought on “Milano | Quale futuro per i Caselli Daziari delle Porte?

  1. buonsenso

    Bellissimo che il bando del comune non richiede l’obbligo di mantenere pulito dalle scritte il casello daziario di ple XXIV maggio destinato ad essere completamente lercio di spray nei prossimi tempi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.