"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Il restauro delle Quattro Fontane

Dopo aver appreso le terribili notizie provenienti dalla fontana della Barcaccia di piazza di Spagna, non si può non restare attoniti di fronte all’inutilità della violenza perpetrata su un’opera d’arte di tale valore, né si può soprassedere sulla totale e completa mancanza di sicurezza che, ancora una volta, il Ministero degli Interni e il prefetto di Roma non sono stati in grado di garantire, facendo si che un branco di scalmanati ubriachi mettessero a ferro e fuoco il centro di Roma per parecchie ore del giorno e della notte, con le conseguenze che tutti, purtroppo, abbiamo potuto vedere.

Molte volte abbiamo presentato qui sul blog i progetti di recupero delle storiche fontane di Roma, finanziati da contributi privati, ma viene davvero da chiedersi quanto questo possa servire se poi tutto viene lasciato al destino e all’abbandono.

In ogni caso oggi ci occupiamo di un altro angolo storico di Roma, ovvero l’incrocio delle Quattro Fontane. In questo punto, che segna l’incontro tra gli storici rioni della capitale Trevi, Monti e Castro Pretorio, si trovano quattro fontane, rappresentanti i fiumi Tevere e Arno e le dee Diana e Giunone.

Le fontane erano da tempo assediate dallo smog, per cui il restauro era assolutamente necessario, anche se occorrerebbe prendere delle decisioni complementari che interessino la viabilità circostante, con un traffico che va a degradare queste bellissime opere e con i pedoni che si trovano costretti a camminare pericolosamente a bordo strada. 

La fontana del Tevere

 

L’Arno

 

Giunone

 

La fontana di Diana

 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.