"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cultura – Vedovella o Drago-Verde, le fontanelle di Milano

Come ogni città che si rispetti, anche Milano possiede fontanelle civiche per abbeverare i passanti e anche gli animali gratuitamente. A Milano in genere sono chiamate Vedovelle a Torino i Torelli (torèt) e a Roma i Nasoni, tanto da renderle molto familiari alla popolazione.

Le fontanelle dell’acqua potabile di Milano sono comunemente chiamate Vedovelle o Drago-Verde a seconda delle frequentazioni dei vari quartieri o luoghi della città. Il nome di Vedovella deriva dal fatto che dal rubinetto esce acqua senza interruzione e quindi può sembrare una vedova solitaria che piange. Mentre Drago-Verde deriva dal fatto che la struttura in ghisa è in genere di colore verde con un rubinetto in ottone a forma di drago. Comunque sia cercare la storia di questi manufatti così caratteristici e che, strano ma vero, da quasi cent’anni sono fatti ancora alla stessa maniera, è molto difficile.

Diffuse in ogni angolo della città, le vedovelle sono delle fontanelle in ghisa, decorate e alte circa un metro e mezzo, dalla forma di pilastrino sormontato da un “cappellino a pigna”, munite di una bacinella semi-circolare alla base e con un rubinetto in ottone a forma di drago. Leggenda vuole che la prima sia quella istallata in piazza della Scala verso la fine degli anni Venti, ma ci sono foto di fine Ottocento che mostrano la presenza di una fontanella proprio nello stesso punto, ma più piccola. L’origine misteriosa delle fontanelle milanesi è alquanto strana, sicuramente tra i nostri utenti qualcuno riuscirà a raccontare dettagli aggiuntivi, ma per il momento non siamo riusciti ad avere informazioni attendibili.

Ora è di circa 500 il numero delle fontanelle sparse per il territorio comunale e crediamo siano una bella presenza che ci ricollega inequivocabilmente alla città in cui si trovano: infatti mentre lampioni, cartelli, pensiline dei mezzi pubblici cambiano loro – da quasi cent’anni – sono rimaste immutate e ben identificabili. Sarebbe bello ne venissero collocate altre, specie nel centro città dove le code al loro capezzale sono sempre lunghe (Piazza Mercanti, Piazza Duomo, Piazza Cordusio, Largo Cairoli, Piazza San Babila per citarne alcune).

MAPPA Fontanelle




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Cultura – Vedovella o Drago-Verde, le fontanelle di Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.