"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Delibere: approvati i Municipi della Città

Il Consiglio comunale ha approvato oggi, con 22 voti favorevoli, 6 contrari e 11 astenuti, la delibera per la costituzione dei Municipi della Città di Milano e approvazione del Regolamento per l’elezione del Presidente e del Consiglio di Municipio.

Questo è il secondo passaggio di una importate riforma che il Consiglio comunale sta promuovendo. Grazie a questa delibera, i milanesi potranno eleggere direttamente il loro Presidente del Municipio, unitamente al proprio Consiglio di Municipio e potranno esprimere la doppia preferenza uomo-donna per eleggere i consiglieri.

Manca l’ultimo e decisivo passaggio: la delibera relativa alle funzioni delegate ed attribuite ai Municipi stessi che sarà oggetto del lavoro del Consiglio comunale nelle prossime settimane e utile, per avviare realmente con le prossime elezioni, queste nuove istituzioni.

Milano_Quartieri_Zone.jpg




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Delibere: approvati i Municipi della Città

  1. Adriano

    Penso che sia una stronzata. Nessuno conosce i propri presidenti del consiglio di zona, e poi sono altamente politicizzati.
    Mi è capitato di assistere ad alcuni consigli di zona ed è stato una vergogna, vedere i sinistrorsi pensare solo a questioni politiche e non ai problemi dei cittadini.
    Se la cosa era proposta dal centro destra per loro era sbagliata a priori una vergogna .Inoltre c’è il rischio di vedere solo ex dipendenti pubblici e sinistrorsi di primo ordine. Speriamo non abbiamo mai dei poteri perchè il rischio di combinare guai è molto alto.

  2. wf

    I “progetti dei cittadini” sarebbero quelli di far piovere dal cielo con una Mega Betoniera dell’asfalto fuso in modo da ricoprire ogni cm2 di verde con il cemento per trasformare Milano in un mega parcheggio?

  3. Adriano

    Marco, tu hai mai assistito ad un consiglio di zona 9?sembrava di esssere al circolo della bocciofila con gente che mette gli striscioni contro delle scelte del comune.Cose senza senso, li dovrebbero essserci persone fuori dalla politica e dentro i problemi delle gente e invece pensano a fare lo show.
    Nel caso in cui io ero presente, si parlava di mettere delle telecamere in zone completamente isolate e poco controllate dalla polizia e con tantissimi vetri rotti e situazioni di degrado e la maggioranza sinistrorsa, essendo un tema di sicurezza si è opposto non accogliendo quello che i residenti chiedevano.Quindi non guardano al bene comune ma semplicemente alla visione politica ed è una cosa bruttissima.Un cittadino chiede aiuto e loro compatti sono contro le soluzioni.Se fosse stato un loro amico o parente a chiedergli un intervento sarebbe stato tutto diverso

  4. GArBa

    situazioni cialtronesche nei consigli di zona se ne sono sempre viste, quello che preoccupa è invece che le nove zone, create al puro scopo di snellire la macchina del decentramento in un quadro di poteri assai limitati sono di fatto troppo eterogenee al loro interno per essere governate come municipi all’interno della città metropolitana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.