"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Dergano – Il Teatro Maciachini a buon punto

Il teatro in fase di costruzione al Macchini Center è l’ultimo pezzo che mancava al progetto attuato tra le vie Imbonati, Crespi e Bovio negli ex spazi della Carlo Erba.

I lavori dovrebbero terminare per l’estate prossima, quindi dovrebbero essere a buon punto come dimostrano queste immagini.

Un teatro di posa e museo costituiscono il coronamento dell’area a verde all’interno del nuovo isolato. Progettato dallo studio di architettura di Italo Rota, l’edificio è composto da una serie di volumi scomposti e sovrapposti, come una specie di gioco dei cubi per bambini dotato anche di una parte esterna per spettacoli all’aperto. Dovrebbe diventare il teatro dedicato ai bambini e ai ragazzi.

 

2016-05-15_Maciachini_0 2016-05-15_Maciachini_1 2016-05-15_Maciachini_2 2016-05-15_Maciachini_3 2016-05-15_Maciachini_4 2016-05-15_Maciachini_5 2016-05-15_Maciachini_6 2016-05-15_Maciachini_7 2016-05-15_Maciachini_8 2016-05-15_Maciachini_9 2016-05-15_Maciachini_10 2016-05-15_Maciachini_11 2016-05-15_Maciachini_12 2016-05-15_Maciachini_13 2016-05-15_Maciachini_14 2016-05-15_Maciachini_15 2016-05-15_Maciachini_16 2016-05-15_Maciachini_17 2016-05-15_Maciachini_18 2016-05-15_Maciachini_19 2016-05-15_Maciachini_20 2016-05-15_Maciachini_21 2016-05-15_Maciachini_22 2016-05-15_Maciachini_23 2016-05-15_Maciachini_24 2016-05-15_Maciachini_25 2016-05-15_Maciachini_26


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


3 thoughts on “Milano | Dergano – Il Teatro Maciachini a buon punto

  1. Claudio K.

    L’intervento mi lascia a dir poco perplesso. Come sempre gli architetti sembrano vivere in un fantastico mondo tutto loro, dove non esistono vandali, barboni e delinquenti.

    Bello il teatro chiuso, ma… l’anfiteatro all’aperto con le gradinate d’erba… Siamo ancora a questa boiata anni 70, che da decenni si è già dimostrata più volte (a Milano e altrove) di totale inutilità se non per attrarre il bivacco dei nullafacenti. E’ così in centro, figuriamoci a Dergano. Già mi vedo i graffiti e i tappeti di bottiglie di birra. Amen.

  2. Marco

    Sarebbe bellissimo coprire quei muri con della street art — chiaro — sarebbe stato meglio evitarli

    in alternativa dell’edera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.