"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Duomo – Il restauro della Cattedrale, maggio 2016

Sei lungo come la fabbrica del duomo… (longh cumè la fabrica del domm) lo si dice di un lavoro interminabile, come si diceva un tempo in dialetto milanese quando il Duomo era l’anima della città. Oggi il Duomo rimane sempre centrale, importante e iconico, ma forse è come la vecchia bisnonna, che si sa che c’è, ma il vorticare della città con nuovi palazzi, nuove torri e nuove cose da fare e vedere a volte la si dimentica. Ma lui, bello e candido controlla come un Re cosa sta succedendo in città, rimanendo il luogo principale da visitare arrivando in città da turista (e non solo).

Lungo è stato il lavoro per la costruzione della cattedrale, durato quasi 6 secoli, ora sostituito dai lavori di riparazione e restauro.

Ecco il nuovo aspetto dell’interno, ripulito in parte (si notano anche nelle foto le parti rimaste sporche) ma soprattutto illuminato da un nuovo sistema che forse lo ha reso un po’ troppo chiaro. Un po’ strano, perché siamo sempre stati abituati a vedere questa foresta di marmo nell’oscurità, solcata dai fasci di luce che penetravano mistici dalle fantastiche vetrate colorate, tipiche del gotico. Forse, un pochino, lo preferivamo com’era prima, più intimo e mistico.

2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_1

2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_2 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_3 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_4 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_5 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_5B

2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_6 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_7 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_8 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_9 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_10 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_11 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_12 2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_13

Mentre i restauri maggiori sono in corso ancora al Tiburio e alle merlature del tetto. Anche qui sono molto (troppo) evidenti i pezzi sostituiti con le nuove pietre, più bianche. Manca anche una delle guglie poste alla sommità dell’abside, sul lato meridionale del catino.

2016-02-20_Duomo_Milano_Restauri_14

2016-05-08_Duomo_Milano_Restauri_1

2016-05-08_Duomo_Milano_Restauri_2 2016-05-08_Duomo_Milano_Restauri_3 2016-05-08_Duomo_Milano_Restauri_4 2016-05-08_Duomo_Milano_Restauri_5

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


5 thoughts on “Milano | Duomo – Il restauro della Cattedrale, maggio 2016

    1. papoff

      stavo er scrivere la stessa cosa!
      io l’ho visto illuminato da dento in due periodi diversi ed è davvero fantastico.
      dovrebbe essere così sempre!

  1. Claudio K.

    che meraviglia… e pensare che c’è qualcuno che ha il coraggio di dire che è brutto…

    con i suoi oltre quattro secoli di costruzione, un simbolo anche della proverbiale caparbietà dei milanesi e dei lombardi oltre che un simbolo d’arte.

  2. GArBa

    Non mi preoccupa il candore delle parti sostituite. In pochi anni assumono la patina di quelle già in opera. Praticamente tutte le balaustre e coronamenti dell’abside erano già stati sostituiti negli ultimi vent’anni.

  3. wf

    Il duomo è molto bello, forse la piazza così com’è lo valorizza poco.
    Comunque non voglio entrare nel dibattito.
    Mi piace tutto sommato la pietra bianca.
    Potrebbe essere maggiormente valorizzato, partecipa poco alla vita della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.