"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centrale – Mantenere pulita quella piazza è d’obbligo

Piazza Duca d’Aosta è la piazza della Stazione Centrale, è la porta d’accesso principale a Milano ed è naturalmente il primo luogo che un visitatore vede.

Siamo consapevoli della delicatezza della situazione attuale legata a una presenza massiccia di profughi in attesa di una migliore sistemazione; conosciamo anche i recenti fatti di cronaca che hanno documentato una lite tra extracomunitari filmata dal Grattacielo Pirelli e pubblicata su tutti i giornali on-line.

Ci siamo chiesti, tuttavia, se non sia possibile iniziare a migliorare l’aspetto della piazza sperando che questo possa in qualche modo contribuire a restituire un’immagine adeguata e accogliente ai visitatori in arrivo a Milano.

Innanzitutto si potrebbe iniziare con l’eliminazione del chiosco oramai prossimo al degrado completo e sistemare o eliminare i vasi rinsecchiti posti a nascondere due colonne tecniche del sottostante passaggio.

Forse una maggiore pulizia servirebbe anche a scoraggiare i bivacchi.

Altra questione riguarda l’errore fatto a suo tempo di creare i muretti sollevati per contenere le aiuole che permettono la sosta e quindi il bivacco di nullafacenti. I cespugli nelle aiuole sono un facile luogo per nascondersi mentre si minge o si fa altro, perché piantarli? Lasciare solo gli alberi e il prato non sarebbe meglio?

Insomma, pensiamo che vi siano piccole cose che renderebbero il passaggio più sicuro per tutti in questa piazza che, come in tutte le città italiane, è luogo di aggregazione per chi è disperato e una casa non ha.

Naturalmente ci vorrebbe che anche la sicurezza fosse diffusa e costante, forse con la presenza fissa dei militari.

Da qualche mese in piazza è stata posizionata la Mela di Pistoletto, peccato sia diventata anch’essa un luogo dove ripararsi o sostare.

2016-10-22_stazione_centrale_5 2016-10-22_stazione_centrale_4 2016-10-22_stazione_centrale_3 2016-10-22_stazione_centrale_2 2016-10-22_stazione_centrale_6 2016-10-22_stazione_centrale_1

 

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Milano | Centrale – Mantenere pulita quella piazza è d’obbligo

  1. Anonimo

    Giusto una bella ripulita compresa la gente che ha colonizzato questo luogo impedendoci di fruire di questa piazza. Forse quando parla di una Milano più internazionale Il sindaco Sala si riferisce a luoghi come questo….

  2. Fabio F.

    Adesso basta!! Ma la volete capire o no che alla giunta comunale non frega niente del decoro?E volete sapere il perchè? Perchè agli abitanti non gliene frega niente del decoro.Il governo è lo specchio degli abitanti che sono pitechi.ignoranti.

  3. Claudio K.

    Approfitto dell’articolo per segnalare un caso da manuale di “teoria della finestra rotta”.

    Fino a non molto tempo fa i muretti della piazza erano miracolosamente privi di tag. Poi ne è spuntata una su un muretto sul lato ovest, che per qualche mese è rimasta lì da sola.

    Dopo questi primi mesi, vedendo che non veniva cancellata, gli imbrattatori si sono fatti coraggio e in poco tempo le tag si sono moltiplicate in vari punti. Diverse sembrano opera della stessa mano.

    Inoltre, qua e là le lastre di marmo dei muretti si staccano e in alcuni casi giacciono già a terra spezzate.

    Concordo con voi che, in generale, il disegno attuale della piazza sia completamente sbagliato: sembra fatto apposta per incoraggiare il bivacco dei nullafacenti e scoraggiare la socializzazione “normale”, oltre a essere di una banalità sconcertante dal punto di vista estetico.

    La piazza andrebbe interamente riprogettata, ma intanto un intervento lampo per eliminare almeno queste criticità (oltre a quelle già dette del padiglione di Shanghai ormai vuoto, ecc.) aiuterebbe a migliorare un minimo il “biglietto da visita” di Milano.

  4. andrea

    che degrado. e l´altro biglietto da visita e ´ lampugnano stazione bus! una cosa immonda. extracomunitari sporco e senso di insicurezza!welcome to milan

  5. Sebastian

    Concordo veramente su tutto… basterebbe veramente poco per rendere la pizza più decente da vedere e più vivibile, proprio se non si vuole completamente riprogettarla…
    Ma quello che mi viene più all’occhio è la facciata della stazione che avrebbe bisogno di un ripulita poiché si va sempre di più degradando… Possibile non ci sia nessuno intervento in programma? È brutto vedere che all”interno non ha nulla da invidiare all grand central di New York mentre al di fuori è completamente abbandonata a se stessa…

    1. Luca

      sarebbe il caso di riqualificarla impedendo bivacchi, degrado, atti osceni, etc…Bisogna smetterla col lassismo. Deve essere una piazza gradevole, sicura e bella: il biglietto da visita di Milano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.