"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Brisa – Via Luini riaperta al traffico

Dopo esser stata chiusa al traffico veicolare nel 2014, via Luini è stata riaperta in questi giorni alle automobili in direzione corso Magenta con riposizionamento del semaforo, decongestionando così via Nirone che per via dei cantieri di M4 era oggetto di continui ingorghi.

Naturalmente le auto, nonostante i cartelli di divieto, vengono parcheggiate senza problemi e persino un motorino in contromano è rimasto immortalato in una nostra foto.

2016-11-02_via_luini_1 2016-11-02_via_luini_2 2016-11-04_via_luini_1 2016-11-04_via_luini_1b 2016-11-04_via_luini_2 2016-11-04_via_luini_3 2016-11-04_via_luini_4 2016-11-04_via_luini_5




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


9 thoughts on “Milano | Zona Brisa – Via Luini riaperta al traffico

  1. robertoq

    E intato Via Stendhal resta SCANDALOSAMENTE a senso unico in una zona assediata dai cantieri M4.
    Brutto dirlo ma è tipico del Comune di Milano: sono solerti solo se si tratta dei problemi dei Milanesi di Seria A (quelli della zona 1)

    1. lorenzo lamas

      Con i lavori m4, Foppa non è quasi più utilizzata ma Solari è diventata un casino incredibile: il rumore, il traffico e lo smog fanno impazzire i poracci che ci abitano. Quanto ai sensi unici, pure Mose Loria è a senso unico.

      A robè, i milanesi di serie b devono da morì.

      1. Adriano

        Finalmente il consiglio di zona 6 ha deciso di chiedere al comune la riapertura del doppio senso in una parte di via sthendal, adesso voglio proprio vedere quanto ci metterà il comune ad occuparsi della cosa.

  2. Anonimo

    Siamo alla follia. Inutile aprire strade costruite e create per i cavalli e carrozze ai tempi in cui regnavano gli Sforza. Il centro va sempre più interdetto ai veicoli. Ottima mossa quella che la giunta Sala sta facendo per rimuovere le strisce blu incentivando l utilizzo dei box sotterranei, ma la verità è che il nu,ero dei veicoli privati che entranoin centro è troppo elevato. A mio avviso va alzato il ticket di ingresso in Area C incentivato così di sponda l utilizzo dei mezzi che funzionano a meraviglia. Gli italiani cambiano abitudine solo quando li tocchi nel portafoglio…

    1. wf

      Perfettamente ragione.

      Ormai è inutile riaprire strade e stradine causa congestione da troppi veicoli che non dovrebbero nemmeno transitarci in centro.

  3. Tobia

    Come al solito a Milano si ragiona al contrario del buon senso. Al posto di disincentivare l’uso dell’auto in pieno centro, si riaprono le strade. Unici al mondo. Moriremo ricoperti di automobili.

    1. fjljppo

      vogliamo disincentivare l’uso dell’auto in centro (visto che ci sono il passante e 4 linee di metro che presto diverranno 5)? Oltre a far pagare caro il ticket Area C, basterebbe fare come in tutte le città europee: allargare i marciapiedi (con dissuasori e/o piste ciclabili nella parte allargata) sì da impedire il parcheggio in vie come Luini o Stendal e mille altre: l’effetto è di una città più ordinata, più pulita e meno affogata dalle auto, come è a Londra, a Parigi, a Madrid o a Berlino: ma possibile che Milano debba avere le auto parcheggiate sui marciapiedi?? Oramai neppure più a Calcutta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.