"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Varesine – L’inquilino del Diamantone

2017-1-2_varesine_diamantone_1

Da qualche settimana sono comparse sulla sommità del Diamantone le lettere BN affiancate da un segno grafico, sembrano le prove per un’installazione sulla vetta della torre del logo del nuovo “tenant” (come si usa ultimamente, più di tendenza che dire affittuario a quanto pare), il Gruppo BNP Paribas, che occupa già da settimane il grattacielo.

2017-1-2_varesine_diamantone_2

La torre, progettata da Kohn Pedersen Fox Associates inizialmente era chiamata KPF, dall’acronimo dello studio, ma da subito la gente ha cominciato a chiamarla Diamantone, per la forma sfaccettata da farla sembrare un diamante verticale; oggi il nome ufficiale è Diamond Tower ma anche Torre Diamante. La costruzione, dopo le bonifiche e gli scavi, incominciò ufficialmente il 28 gennaio 2010 nel luogo chiamato Varesine in precedenza occupato da un luna-park (per i milanesi di una certa età, Varesine è sinonimo di luna-park) e ancor prima dalla stazione e scalo delle Varesine da dove partivano i treni per Varese, per l’appunto. Dopo un anno dall’inizio della costruzione, la torre nel 2011 raggiunse il 10º piano.

Il 5 giugno 2011 il nucleo in cemento raggiunse l’altezza massima. A novembre dello stesso anno la struttura metallica raggiunse la vetta a 140 metri dal livello del suolo, nel frattempo proseguiva la copertura delle pareti in vetro. Nel settembre 2012 il grattacielo venne completato nelle sue parti esterne.

La torre è completamente rivestita in vetro stratificato: la scelta è stata fatta per dare una migliore uniformità alla facciata. Sul lato posto a meridione delle listarelle orizzontali servono da frangisole, mentre alla facciata posta sul lato settentrionale sono state applicate delle fasce di vetro in verticale. Altro elemento caratterizzante è la grande ‘lanterna’ ottenuta nel grande vano tecnico sulla sommità che, a seconda di eventi cittadini, nazionali o internazionali, viene illuminato, spesso con luci di vari colori a formare il disegno della bandiera nazionale o quant’altro.

2017-1-2_varesine_diamantone_3 2017-1-2_varesine_diamantone_4

La ricerca di un affittuario che occupasse l’edificio è cominciata verso la fine del 2014 e finalmente, nel dicembre del 2015, l’annuncio del Gruppo BNP Paribas che firmava il contratto ha posto fine alla ricerca. Il lungo allestimento degli interni ha occupato buona parte dei mesi successivi sino quasi alla fine dell’anno scorso (2016).

Ora non ci resta che attendere di vedere la scritta completata che presto decorerà e affermerà la presenza del nuovo inquilino.

2017-1-2_varesine_diamantone_5 2017-1-2_varesine_diamantone_5b 2017-1-2_varesine_diamantone_6 2017-1-2_varesine_diamantone_7 2017-1-2_varesine_diamantone_8 2017-1-2_varesine_diamantone_9 2017-1-2_varesine_diamantone_10 2017-1-2_varesine_diamantone_11 2017-1-2_varesine_diamantone_12




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.