"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Portello – Ultimi ritocchi al tunnel Gattamelata

2017-02-18_Portello_Gattamelata_Tunnel_1

A breve dovrebbe essere aperto il tunnel Gattamelata, noi siamo passati a vedere a che punto sono con i lavori di fino in corso in questi giorni. Nuove segnaletiche e finalmente anche il lato del tunnel verso le residenze Vittoria, è stato allestito ed è quasi completato. Certo che un tunnel che si collega al raccordo autostradale e giunge in città in questa via ad una sola corsia per senso di marcia, lascia ancora perplessi. Vedremo l’impatto del traffico a breve.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


11 thoughts on “Milano | Portello – Ultimi ritocchi al tunnel Gattamelata

  1. Nicola

    Quanti soldi buttati per le automobili. Quando questo Paese finirà di spendere la maggior parte delle sue risorse nell’incentivare il trasporto privato, a scapito del trasporto pubblico, sarà troppo tardi. E intanto respiriamo l’aria più inquinata dell’Europa Occidentale e crediamo alle fake news che dicono che il responsabile principale dell’inquinamento sono i riscaldamenti.

    1. Enchanted Avenger

      Comunque, secondo i dati appena pubblicati dalla Commissione Europea, tra le città più inquinate d’Europa Milano è “solo” 17.ma.

      Fanno mooolto peggio di noi città spesso portate a esempio di sostenibilità come Monaco (3.a), Lione (6.a) o Amburgo (13.a), per non parlare delle altre città italiane: Torino 7.a, Firenze 9.a, Roma 10.a, Genova 16.a.

      Surprise surprise.

      http://internacional.elpais.com/internacional/2017/01/13/actualidad/1484338094_275966.html

      1. -Ale-

        Classifica interessante, peccato che non include il pm10 (altro paramtero critico per la salute), ma solo NO2.
        Comunque sia, l’aria a Milano (e in Lombardia) è cattiva. Se da qualche altra parte è peggio, ai nostri polmoni non interessa.

        1. Nicola

          Grande Ale, stavo rispondendo praticamente la stessa cosa. Oltre a essere un Paese che non sa pianificare in ottica di un futuro sostenibile siamo anche un Paese di analfabeti funzionali, che non sanno leggere un semplice articolo e interpretare dei dati scientifici.

          1. dammatra

            Analfabeti funzionali mi pare tranchant.

            non si parla di PM 10 e’ vero ma non si puo’ dire se la ricerca varierebbe e nel caso in quale direzione.

            Lasciar credere che il commento sia una cretinata mi pare una cretinata piu’ grande.

  2. wf

    La disinformazione sullo smog

    Guardate questo titolo di Repubblica Affari e Finanza: “Il riscaldamento in città inquina più del traffico“.

    E’ mai possibile, dato che sono anni che noi diciamo esattamente il contrario, citando studi e dati scientifici!? Infatti no, non è possibile. Il giornalista cita uno studio di “Autopromotec” che a sua volta si baserebbe su uno “studio del Politecnico”.

    Peccato che il giornalista e Autopromotec -o in malafede o per ignoranza- semplificano prendendo in esame il solo CO2, l’anidride carbonica, come “inquinamento”. Peccato che il CO2 non sia dannoso, in queste concentrazioni, per la salute umana (sebbene sia un grosso problema per l’effetto serra). Peccato che lo studio originale dica anche che per quel che riguarda il PM10 a Milano il 73% dell’origine sia il traffico e solo il 24% i riscaldamenti. E chissà come mai questo dato non viene citato nel pezzo. Ma mentre le polveri sottili sono responsabili in Italia di 59500 morti premature all’anno il CO2 non ne causa.

    Però il danno ormai è fatto. L’articolo ha già centinaia di condivisioni e così noi dovremo ancora combattere contro la disinformazione e il pregiudizio che la causa principale dello smog in città siano i riscaldamenti.

    1. Anonimo

      Peccato che il PM10 sia prodotto in modo molto marginale dalla combustione del gas e che a Milano sia usato moltissimo il gas per riscaldare. Ergo, se vuoi dimostrare che non è il riscaldamento ad inquinare…concentrati sul PM10 (e già che ci sei dimenticati di fare la media ponderata tra i 5 mesi di riscaldamento e i 12 di circolazione auto).

  3. Manuel

    Oggi 26.02.17 stanno rifacendo la segnaletica in Scarampo impedendo la svolta a sinistra per viale Teodorico/P.zza Firenze. Ci hanno messo anni per sistemare l’incrocio (canalizzandolo) in quanto avvenivano incidenti per le varie svolte ed ora cosa fanno? Tutte e 3 le corsie in entrata in citta sono, in questo punto, solo per andare dritto! Voglio proprio vedere cosa succede domani mattina 😀 Ma come pensano che possa smaltire tutto il traffico che deve andare verso piazza Firenze una infrastruttura che sbuca in una rotonda e in una via che dopo qualche centinaio di metri ha una semaforo (di svolta a sinistra o destra) ed altri 3 ogni 200/300 metri prima di P.zza Firenze/C.so Sempione? Con tutto il tempo che si è perso facevano prima a riprendere il progetto in mano e prolungare il tunnel facendolo uscire in una zona con più sfogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.