"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Barona – Si interviene al verde di piazza Ohm

Neanche un mese fa abbiamo portato all’attenzione lo stato pietoso delle aiuole di piazza Ohm, che parevano più un campo di patate che aiuole: cespugli secchi, immondizia tra le fronde ed erbacce facevano da sottobosco ai poveri carpini.

Da qualche giorno il Comune ha provveduto con un intervento sanatorio a sistemare il verde della piazza. Ci rimane solo da capire cosa verrà piantato, se nuovamente pianticelle di bossi che seccheranno in poco tempo o semplice erba, secondo noi più gestibile e meno impegnativa.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


3 thoughts on “Milano | Barona – Si interviene al verde di piazza Ohm

  1. Andrea Giorcelli

    Non si capisce perché questa “piazza” (solo di nome) abbia ricevuto due volte in tempi così ravvicinati l’attenzione e una spesa ingente da parte del Comune (nella prima sistemazione c’erano dei bossi in gran quantità, piante costose e delicate, difficili da curare, che sono state eliminate), con un livello così alto (mentre basta andare all’incrocio successivo e precipitare nel degrado delle pavimentazioni di asfalto colato o se va bene c’è un praticello inutile per le dimensioni di uno spartitraffico).

    La generalità del verde pubblico di Milano si barcamena in modo molto piú mediocre o scadente; ci vorrebbe un equilibrio, un livello minimo di qualità garantita e diffusa, invece si passa “dalle stelle alle stalle”, senza alcuna ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.