"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Barona – Quasi ultimata la riqualificazione di piazza Ohm e Santa Rita da Cascia

Ultimi ritocchi all’intervento di riqualificazione in corso per le aiuole in piazza Ohm e via Santa Rita da Cascia.

Nuove piante fiorite al posto degli ormai secchi cespugli di bosso che per anni hanno caratterizzato questi due spazi urbani.

Mentre il tratto di via Santa Rita da Cascia è stato completato e attende di essere aperto al publioco, le aiuole centrali di piazza Ohm sono le ultime ad essere completate, ma è questione di poche ore.


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


2 thoughts on “Milano | Barona – Quasi ultimata la riqualificazione di piazza Ohm e Santa Rita da Cascia

  1. CM

    ringrazio il comune per lo sforzo, ma sarebbe interessante sapere chi ha sostenuto le spese per questo ripristino (quando intere aiuole non sopravvivono, non può che essere un errore esecutivo).
    Speriamo che questa volta abbiano capito lo sbaglio e abbiano posto rimedio, anche se personalmente ho già qualche perplessità: come potranno sopravvivere senza acqua e senza luce quelle ripiantate, come le precedenti morte in poco tempo, sotto il ponte don milani……?!

  2. Andrea Giorcelli

    Non si capisce perché questa “piazza” (solo di nome) abbia ricevuto due volte in tempi così ravvicinati l’attenzione e una spesa ingente da parte del Comune (nella prima sistemazione c’erano dei bossi in gran quantità, piante costose e delicate, difficili da curare, che sono state eliminate), con un livello così alto (mentre basta andare all’incrocio successivo e precipitare nel degrado delle pavimentazioni di asfalto colato o se va bene c’è un praticello inutile per le dimensioni di uno spartitraffico).

    La generalità del verde pubblico di Milano si barcamena in modo molto piú mediocre o scadente; ci vorrebbe un equilibrio, un livello minimo di qualità garantita e diffusa, invece si passa “dalle stelle alle stalle”, senza alcuna ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.