"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Venezia – Il degrado e la sciatteria di piazza Oberdan

Piazza Oberdan è Porta Venezia e come tutte o quasi tutte le porte antiche di Milano (come lo ribadiamo da tempo oramai), sono un disastro di degrado e sciatteria. La piazza che fa da cucitura tra l’antica città chiusa nelle mura del Cinquecento e la città dell’Ottocento sorta dove c’era il Lazzaretto o lungo il Corso Buenos Aires. Qui bivaccano senzatetto, qui passano moltissime persone, soprattutto turisti. Noi abbiamo raccolto per l’ennesima volta un po’ di foto per mostrare come è tenuta da sempre questo grande piazzale.

Una parte venne sistemata durante il periodo Expo. Fu sistemata la soletta del bellissimo “Albergo Diurno” che si trova nei sotterranei davanti al civico 3 della piazza. Venne data una sistemata anche alle aiuole, sia nella parte di ponente che di levante.

Le aiuole sono spesso, tanto per cambiare, ricche di immondizia, gettata o arrivata e rimasta incastrata per strani motivi tra i cespugli. Verso via Tadino poi, c’è sempre il crogiolo di perditempo che bivaccano, dormono e soprattutto bevono ai piedi dell’ingresso al Diurno in stile liberty. Di seguito un po’ di immagini di questa parte di piazza Oberdan.

 

Ma il meglio la piazza lo da sul versante “Centro Città”, dove si trovano i due caselli neoclassici. Un edicola abbandonata e in forte degrado ci delizia a lato del casello storico, un totem oramai inutile funge da arredo urbano assieme a due panchine. La vecchia fermata dei tram abbandonata, ci ricorda come quest’angolo sia poco curato dal Comune. Cartelli stradali piazzati ovunque e apparentemente a caso. Sporcizia, pavimentazione rovinata, auto parcheggiate dove è possibile, binari rimasti, che non serviranno mai più e che affogano nei marciapiedi, insomma, un senso di abbandono percepibile da anni.

Insomma, come al solito manca l’arredo urbano, l’ordine e la manutenzione delle cose.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


18 thoughts on “Milano | Porta Venezia – Il degrado e la sciatteria di piazza Oberdan

  1. Angelo-MI

    Non capisco perchè nelle aiuole abbiano messo quelle piante a cespuglio stile foresta amazzonica, che sono difficili da curare e sembrano fatte apposta per buttarci sotto tutti i tipi di immondizia.

  2. Andrea

    Non facciamo i verginelli, che quell’angolo di città è in quelle condizioni da tempo immemore. Probabilmente qualcuno di chi commenta qua dentro abita, ad andar bene, dalle parti di Caronno Pertusella.

    1. Piddino.doc

      Esattamente.
      Tutti a scandalizzarsi adesso, ma i binari li hanno dismessi quando han costruito la MM1.
      Dov’era Albertini mentre progettava parcheggi per le auto in tutta Milano? Le poche cose giuste in quell’angolo di Milano le han fatte le ultime due giunte.

    2. Anonimo

      Mi sa che sei tu caro Andrea che abiti a caronno pertusella se non ti sei accorto che piazza oberdan e’ appena stata rifatta (in modo penoso)da questa giunta

      1. Andrea

        Di grazia, quale sarebbe la cosa penosa? Il lato verso Viale Piave? La copertura dell’albergo diurno?
        Si da il caso che io non mi riferissi alla bontà dell’intervento, quanto al fatto che qualcuno si inalberi (e non mi riferisco a UF) sulla situazione di degrado che, ripeto, lì è presente da tempo immemore. Poi, se vuoi farmi dire cose che non ho mai detto libero tu di farlo e io di fartelo notare.

        1. Anonimo

          Che non fosse in una situazione perfetta anche ai tempi di Albertini non c’è dubbio. Ma le giunte di sinistra in otto anni non hanno fatto un bel niente, anzi la situazione è peggiorata a vista d’occhio grazie alle vostre “risorse” africane e sudamericane che campeggiano tra piazza oberdan e i caselli.

  3. Precotto doc

    A questi sinistroidi risposto io ,è colpa di Federico Barbarossa era un piddino , cercano d insinuare che uf racconti il falso e al massimo è colpa di Albertini ,dopo 8 anni che governano loro , falsi È finti buonisti , che quando vanno in piazza vomitano odio si chi non la pensa come loro , siete da cancellare

  4. Ale

    Su qursto Milano é democratica, centro o periferia i problemi di urbanistica sono uguali.
    Dopo 40 anni di totale disinteresse per l’ordine urbano a favore solo delle auto, recuperare richiederà ancora molto tempo.

    Poi ci sono i tifosi politici… per voi solo tanta pena.

    1. piero

      Centro e periferia e’ diveso: in centro c’e il devasto anche dove si son spesi dei gran bei soldi negli ultimi recenti anni (come qui)
      In periferia c’e’ il devasto perche’ non se la fila nessuno (a meno che non ci sian delle case popolari non dell’Aler – in tal caso vale il discorso dei soldi del centro)

  5. Anonimo

    Signori ma non esagerate? Non vi rendete nemmeno conto che siete tutti vittime della nuova tendenza della campagna elettorale permanente che ci hanno imposto i social. Non siamo allo stadio ma su un blog di urbanistica e architettura.
    Ci sono buche nell’asfalto di piazza Oberdan? A mia memoria ci sono sempre state. Ultimamente è stata sistemata solo una parte della piazza, mentre la parte dei caselli è ancora tutta da rivedere. C’è qualche problema di sbandati che stazionano in piazza? Qua c’è poco da fare, abbiamo le forze dell’ordine più nullafacenti al mondo.

    1. _

      E finalmente arriva il messaggio della Vergine Immacolata che fustiga le tendenze sui social ma che poi butta li l’ultima moda assurda che impera sui social stessi: dare la colpa per gli sbandati alle forze dell’ordine e a chi l’ordine lo prova a mantenere.

      Surreale.

      E’ più serio chi fa un po’ di sano Bar Sport caciarone commentando un articolo come questo (che in fondo di commenti non ne ha neanche bisogno…)

      1. Anonimo

        Che le forze dell’ordine non facciano/non possano far niente perchè se provano ad alzare un dito poi ci sono i soliti magistrati di sinistra che proteggono questi “sbandati”? Che tra l’altro non sono nemmeno Italiani, basta fare un giro in zona per accorgersene.

  6. Anonimo

    Appunto, in un blog di urbanistica si discute di come e’ stata sistemata quella piazza. A mio parere, ripeto, in modo a dir poco penoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.