"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Affori – L’antico sagrato brutalmente trasformato in parcheggio

Ad Affori vi era, sino al 1860 circa, una chiesa dedicata a Santa Giustina, ben più antica, della quale oggi rimangono poche tracce riconoscibili nel palazzo ad angolo tra le vie Cialdini e Osculati. Si vede un frontone triangolare in alto, una facciata suddivisa in tre parti e soprattutto l’antica torre campanaria del XIV Secolo, utilizzata successivamente come torre di guardia ma che in origine faceva parte del complesso dell’antica chiesa di Santa Giustina.

Infatti l’incrocio tra le due vie formava l’antico nucleo del borgo di Affori che si trovava sulla strada che da Dergano portava a Como.

Dopo la costruzione della nuova chiesa in forme neoclassiche su progetto dell’architetto Giacomo Moraglia (1791 – 1860) nel 1857, la chiesa venne sconsacrata e trasformata in abitazioni.

Oggi al posto della chiesa vi è una locanda, e davanti si trova, dove anticamente vi era il sagrato della chiesa, uno slargo utilizzato come parcheggio selvaggio. Ci siamo chiesti perché il Comune, in questo luogo, visto che qualche anno fa ha realizzato un inutile marciapiede, non sistema con un’aiuola e pianta magari due alberi? Noi ci abbiamo provato con un fotomontaggio.

 

Di seguito altre immagini dell’incrocio-parcheggio




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


3 thoughts on “Milano | Affori – L’antico sagrato brutalmente trasformato in parcheggio

  1. Gian Luigi

    Concordo con il rendering: anche se si tratta di un angolo nascosto, una minima cura lo renderebbe ancor più interessante.

  2. Giancarlo

    Sono d’accordo con l’idea di un nuovo restayling , oltretutto di fronte si trova il piccolo ingresso di Villa Litta e il vecchio borgo ritornerebbe in qualche modo a risplendere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.