"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Eventi: Olimpiadi 2026, il tandem Milano-Cortina si è presentato al mondo

E’ ufficiale, da ieri Milano e Cortina sono ufficialmente candidate per ospitare le Olimpiadi invernali del 2026.

Durante la cerimonia di presentazione al Cio a Tokyo, la candidatura italiana si è presentata compatta, ua’alleanza inedita tra Milano e Cortina, tra la metropoli più internazionale d’Italia e la piccola città della neve e delle Dolomiti. Dopo le iniziali polemiche scoppiate tra Milano e Torino, tra il comitato e il Governo, la squadra, guidata dal sindaco Beppe Sala e dal governatore del Veneto Luca Zaia, ha mosso il primo passo, presentando l’offerta della nostra candidatura con logo e un video accattivante.

Ora per vincere servono almeno 44 voti sugli 87 membri del Cio chiamati a scegliere tra le due candidature, l’Italia e la Svezia. Anche il presidente del Coni Giovanni Malagò, ha spiegato di fronte alla platea come “la nostra chiave vincente è la parola insieme”, proseguendo, “Insieme perché uniamo pubblico e privato, la tradizione con l’innovazione, l’efficienza di una grande metropoli col fascino incantevole della montagna”.

La Svezia pare meno convinta di arrivare ad ottenere le olimpiadi, anche se il paese non ha mai ospitato le Olimpiadi invernali e la tal cosa potrebbe essere a loro favore. Qualcuno ipotizza persino che Stoccolma possa dare forfait prima del previsto, staremo a vedere. Comunque dovremo attendere ancora parecchi mesi al responso, che vinca il migliore.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


27 thoughts on “Milano | Eventi: Olimpiadi 2026, il tandem Milano-Cortina si è presentato al mondo

  1. Cla

    ma con il fior fiore di graphic designers che abbiamo…questa poracciata qui? Fortuna che il logo è solo per la candidatura e dovrà essere cambiato, possibilmente non in peggio.
    Da augurarsi che le mascotte non siano pietose come quelle di expo2015.
    Detto questo, avanti tutta!

    1. Anonimo

      E il font?
      Sembra quello di default nel programma di chi ha disegnato il logo…

      Il Noorda in uso in tutta la segnaletica della metro, sarebbe stato ben più carino e Milanese.

      1. Anonimo

        Il font è più che imbarazzante… è un font da testata di bilancio civilistico…

        mi ci gioco una cena da Cracco che chi ha disegnato questo logo non è nemmeno un grafico professionista…

        Nessun grafico degno di questo nome sceglierebbe un font chiaramente da testo come questo per un claim

  2. Anonimo

    Certo che se la sfida fosse in base ai loghi saremmo spacciati.

    Il nostro sembra disegnato negli anni 90 da uno studente dell’istituto d’arte al primo anno… incredibile che una capitale mondiale del design si presenti al mondo con una schifezza simile.

    Probabilmente l’avranno fatto fare (dietro lauto compenso) alla figlia del cugino del nipote del fratello di un amico dello zio prete di un dirigente ciellino della regione.

      1. Anonimo

        ho guardato il video di presentazione ed è bruttarello e banalotto pure quello…

        Un montaggio di spezzoni senza calore e senz’anima… e la scelta delle musiche è imbarazzante (Verdi e Rondò Veneziano… mancava solo Nessun Dorma e We Are the Campions e il campionario delle banalità era completo)…

      2. Anonimo

        Non sono d’accordo, quello di Stoccolma puo’ piacere o meno ma si vede che almeno e’ stato fatto da uno studio grafico di professionisti, quello di Milano…?

      3. _

        Pure il logo di candidatura di Roma 2024 era migliore, anche se l’idea di mettere un monumento stilizzato che diventa luogo di gara (pista di atletica in un caso, campo da sci – credo – nel nostro) era esattamente la stessa.

        https://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/06/Olimpiadi-2024-Roma-Parigi-Los-Angeles.jpg

        In ogni caso il logo definitivo se si vince sarà diverso come è sempre stato. E per Tokyo 2020 han fatto figura ben più barbina, ritirando e cambiando il logo definitivo per accusa di plagio 🙂
        Speriam di vincere.

  3. _

    Il logo di Milano è bruttarello… il Duomo si poteva stilizzare in modo più intelligente.
    Sembrano dei minareti colorati in mezzo ad una strada….

  4. Anonimo

    Mi e’ piaciuto moltissimo appena l’ho visto.
    Essenziale, elegante, colori appropriati. Con pochi tratti racchiude tutti gli elementi che devono essere messi in evidenza senza appesantire. Veramente bello!

  5. Wf

    Ma le avete mai visti i loghi o ke mascotts olimpiche in generale…

    Sono sempre bruttissimi.

    Il logo non conta mai una benamata…

    😂😂😂

  6. Anonimo

    No davvero i loghi per questi eventi sono sempre penosi. Cmq il mondo è bello perché è vario: brutto per brutto, quello di Stoccolma fa pietà

  7. Andy

    Io continuo a sostenere che candidare “Milano Cortina” sia veramente imbarazzante: il logo dev’essere di una sola città. Poi le gare si svolgano dove ca*** vogliono.
    Riguardo al disegno del logo, probabilmente è stato fatto senza nemmeno usare photoshop ma in modo artigianale da qualche spinellato di sinistra amico della giunta PD di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.