"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Vigentino – Una grande firma per il recupero di via Antegnati

Il 13 dicembre 2018 si è svolta presso il Municipio 5, al Cam Verro, l’Assemblea Pubblica di presentazione del progetto dello studio Barreca & La Varra di social housing di via Antegnati al Vigentino: il cantiere per la riqualificazione dei 5 edifici esistenti abbandonati aprirà a gennaio 2019. Sono intervenuti Pierfrancesco Maran (Assessore Urbanisitca e Verde del Comune di Milano), Fabio Carlozzo (Managing Director di InvestiRE sgr che sviluppa l’operazione), Natascia Tosoni (Vicepresidente Commissione Urbanistica), Alessandro Bramati (Presidente Municipio 5) e vari dirigenti del Comune di Milano del settore Urbanistica.

Gli edifici ospiteranno 500 famiglie con case in vendita e affitto a prezzi convenzionati. Sarà inoltre realizzata una stecca per attività commerciali in funzione anche dei nuovi residenti.
Il Comune ha illustrato anche gli elementi della gara pubblica che farà per il vicino intervento in via Monti Sabini che finanzierà anche una nuova scuola con palestra aperta al quartiere.

L’area intorno è caratterizzata da insediamenti residenziali, produttivi e commerciali; si estende tra via Antegnati, via Gabussi e via Vincenzo Amidani, e dispone di diverse aree dedicate a verde attrezzato. I cinque edifici a corte esistenti, realizzati negli anni ’90 dall’allora immobiliarista Ligresti, con destinazione produttiva e terziaria, hanno altezze variabili tra i 3 e 4 piani fuoriterra, ed un interrato comune all’intero complesso. Fino all’anno 2000 giacevano in perfetto stato di conservazione, conclusi e funzionali per essere utilizzati, ma ciò non è mai avvenuto. Il degrado è iniziato nel 2011 quando le opere avviate dall’allora proprietà si sono interrotte: gli immobili erano completamente abbandonati e deturpati, oltre che abusivamente occupati con conseguenti problematiche di sicurezza pubblica per l’intera zona.

Il recupero, senza l’abbattimento delle strutture esistenti, ci pare veramente bello e moderno.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


11 thoughts on “Milano | Vigentino – Una grande firma per il recupero di via Antegnati

  1. gio i man dal nichel

    I disegni sono bellissimi… speriamo che la realtà superi la fantasia.
    Notare la bruttezza delle solite torri Ligresti che si stagliano nel cielo blù.

  2. _

    Dicembre 2018: Evviva! Si riqualificano gli edifici abbandonati… Grande Milano sempre più bella.

    Giugno 2016: Evviva! Si riqualificano gli edifici abbandonati… Grande Milano sempre più bella.
    https://blog.urbanfile.org/2016/06/01/milano-vigentino-il-recupero-in-via-antegnati/

    Dicembre 2013: Evviva! Si riqualificano gli edifici abbandonati… Grande Milano sempre più bella.
    https://blog.urbanfile.org/2013/12/09/zona-vigentino-una-nuova-vita-per-i-ruderi-di-via-antegnati/

    Poi uno si chiede come mai i residenti in periferia hanno il dente avvelenato con il Comune malgrado il focus e l’attenzione che ha il Comune per le zone periferiche…. 🙂

  3. gio i man dal nichel

    Gli edifici sono privati. Cosa pretendi che il Comune li espropri e li risani?
    Non c’è legge in Italia che lo permetta. Cosa sei comunista statalista?

    1. Anonimo

      “Finalmente toglieremo dal degrado un’area altamente problematica della città e la restituiremo alla fruizione pubblica grazie all’intervento che verrà realizzato da Investire srl – ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran, specificando che in generale il recupero degli edifici dismessi o abbandonati è uno degli obiettivi urbanistici principali dell’Amministrazione. ”

      Lo so anch’io che gli edifici sono privati, ma poi quando i privati fanno i lavori il Comune come si vede la paragrafo sopra, salta subito sul carro e parte con la grancassa della sua efficienza!
      Quindi o il Comune non c’entra una cippa oppure qualche minima responsabilità negli annunci a ripetizione poi smentiti dai fatti potrebbe anche averla avuta. Amen, basta che questa sia la volta buona e qualcosa succeda finalmente.

  4. Andrea

    A quando l’attuazione del prolungamento del tram 24 fino ad Opera?Sono decenni che se ne parla…Intendo un tram vero,veloce,che non si fermi ogni 200 metri…Realizzare nuovi insediamenti residenziali senza migliorare l’offerta di trasporto pubblico e’ poco lungimirante!

    1. _

      Fino a pochi anni fa si pensava ci sarebbe arrivata la MM6 Baranzate di Bollate-Noverasco.

      Se con nuove linee di metro abbiamo chiuso, allora ben venga il 24, ma è già un devasto nel suo percorso attuale, non voglio pensare quanto ci metterebbe ad arrivare in centro se lo prolungassero pure. Sarebbe comunque utile per lo IEO, anche se io spero che l’attuale disinteresse per nuove linee metro passi di moda una volta terminata la M4 e visti gli effetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.