"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Ghisolfa e Bovisa – La demolizione delle Ex-Poste di piazzale Lugano e il piazzale

Come abbiamo visto, finalmente dopo anni di progetti, speranze, occupazioni, sgomberi e abbandoni, il mastodontico palazzo delle ex-poste di Piazzale Lugano sta per venire abbattuto.

Al suo posto il Comune presto presenterà ai cittadini il progetto, per ora conosciuto a grandi linee. Un nuovo complesso (residenziale o terziario), una nuova via che passerà sotto il cavalcavia Bacula, che collegherà le due porzioni della piazza, consentendo anche un più facile accesso a via Colico, dove sorgerà un nuovo supermercato Esselunga.

Naturalmente il nuovo progetto vedrà anche una riqualificazione del piazzale, separato dalla circonvallazione e distinto in due differenti parti, a sud un bel parco (che andrebbe solo sistemato un pochino) e a nord un angolo utilizzato come brutto parcheggio e area di mercato.

Naturalmente un tempo vi era anche un sottopassaggio pedonale che permetteva al lato della Bovisa di godersi più facilmente il piccolo parco della piazza, ma come ben si vede, il passaggio venne chiuso definitivamente ormai decenni fa, probabilmente per il degrado in cui versava, come succede spesso a questi manufatti, mal pensati. Chissà a questo punto se il nuovo progetto prevederà un nuovo è migliore sottopasso a questa super-strada cittadina.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Ghisolfa e Bovisa – La demolizione delle Ex-Poste di piazzale Lugano e il piazzale

  1. Alberto Tadini

    i sottopassi sono generalmente mal tenuti e sporchi, nonostante i tentativi di pulizia.
    Meglio, anche se molto più dispendioso, un sovrapasso che, di solito, rimane più pulito (almeno da quello che ho notato).

  2. ENRICO

    Speriamo facciano qualcosa di bello perchè quell’area è veramente di bassa qualità urbanistica e architettonica seppur strategica, vista la vicinanza con Bovisa e lo scalo Farini-Garibaldi.

  3. Wf

    BINGO!
    IL MUSEO DEL DESIGN AL MONUMENTALE.
    E così un intero quartiere ha un senso anche turistico.
    E si internazionalizza.


    Design: a Milano dal 2020 il museo più grande d’EuropaPresentato il Museo del Compasso d’Oro ADI che avrà sede a Milano, aprirà nel 2020 e sarà il più grande d’Europa dedicato al design

    Design: a Milano dal 2020 il museo più grande d’Europa

    Il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda, Lara Magoni, hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione del Museo del Compasso d’Oro ADI, l’Associazione del Disegno Industriale.

    http://www.affaritaliani.it/milano/design-a-milano-dal-2020-il-museo-piu-grande-europa-584812.html

  4. Luca Adorna

    Fammi capire, un branco di incivili deturpò il sottopasso (che poi come detto venne chiuso) e si trattò di un manufatto “mal pensato” ???

  5. nando

    museo del design? in quella zona ? stara in piedi ? cioe riuscira a vivere dell incasso dei biglietti? o serve a far par parlare la gente sui blog?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.