"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Guastalla – Nuovo Policlinico: febbraio 2019

Abbiamo scattato alcune immagini al Politecnico in fase di totale ristrutturazione e cantierizzazione.

Ricordiamo che l’Ospedale Maggiore, nato nel 1456, ha funzionato fino al 1943 nell’edificio che oggi ospita l’Università Statale di Milano in via Festa del Perdòno. Verso la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, a causa delle mutate esigenze sanitarie, l’ospedale iniziò a costruire oltre il Naviglio, di fronte allo storico edificio una serie di padiglioni, dove è ancora in funzione oggi il Policlinico. 

Anzitutto volevamo mostrarvi la palazzina storica del vecchio padiglione Guardia del Policlinico di fronte al Giardino della Guastalla. L’edificio costruito nei primi anni del ‘900 ospitava il Pronto Soccorso prima del 2015, è stato interamente ristrutturato e ora è utilizzato con nuove aree dedicate ai Prelievi, all’Accettazione e all’Endoscopia.

I lavori durati circa due anni, hanno visto la totale riqualificazione del padiglione realizzato in stile eclettico, sono stati ultimati lo scorso anno. Oltre al rinnovo interno e al restauro, finalmente è stato rimossa e demolita la brutta struttura per accogliere le ambulanze, oggi spostate sul retro in un nuovo reparto.

Per fortuna la vecchia tettoia liberty preservata, è tornata al suo posto. Manca ancora la sistemazione dell’area antistante l’ingresso storico e sopratutto la graziosa cancellata coperta e imbruttita negli anni passati da murature posticce e pannelli in plastica.

L’immagine che segue, mostra come si presentava l’ingresso al padiglione del Pronto Soccorso.

All’interno del precinto del Policlinico, nell’area dove sorgeranno i nuovi padiglioni progettati dallo studio di architetti formato da Boeri, Barreca & La Varra, fervono i lavori propedeutici al cantiere.


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.