"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Sempione – Al via il restauro per l’Arco della Pace

Sono cominciati sul finire della settimana scorsa i lavori per montare le impalcature che serviranno ai restauratori di verificare lo stato del monumento marmoreo inaugurato il 10 settembre 1838 dall’Imperatore Ferdinando I per la incoronazione a Re del Lombardo-Veneto.

Il progetto di Luigi Cagnola, ispirato sicuramente alla tipologia dell’arco romano a tre fornici, in particolare a quello di Settimio Severo che si trova nel Foro Romano, divenne subito un’opera di grande effetto, collocata al lato della piazza d’Armi (oggi il Parco Sempione) e come parte terminale della via del Sempione, prospetticamente opposto al Castello Sforzesco.

L’ultimo restauro del monumento venne realizzato nel 2010.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


11 thoughts on “Milano | Sempione – Al via il restauro per l’Arco della Pace

  1. Anonimo

    “L’ultimo restauro del monumento venne realizzato nel 2010.”

    Speriamo che l’ultimo restauro sia ancora in garanzia e che paghi chi l’aveva fatto….mi sembra strano ricominciare dopo soli 9 anni….

  2. davide bassini

    Ridicolo perché? Sarebbe bene sviluppare un po’ meglio le proprie opinioni e concetti a supporto di giudizi, ancor più così drastici.
    Se l’epiteto si riferisse al fatto che sono passati solo 10 anni dall’ultimo restauro, personalmente non ci vedo nulla di ridicolo o scandaloso, anzi. Ben vengano monitoraggi, controlli ed eventuali interventi su monumenti storici che più di altri soffrono l’aggressione degli agenti atmosferici. L’elevata concentrazione di smog e le piogge acide in soli dieci anni possono danneggiare seriamente il marmo ed il bronzo.

  3. davide bassini

    Ridicolo perché? Sarebbe bene sviluppare un po’ meglio le proprie opinioni e concetti a supporto di giudizi, ancor più così drastici.
    Se l’epiteto si riferisse al fatto che sono passati solo 10 anni dall’ultimo restauro, personalmente non ci vedo nulla di ridicolo o scandaloso, anzi. Ben vengano monitoraggi, controlli ed eventuali interventi su monumenti storici che più di altri soffrono l’aggressione degli agenti atmosferici. L’elevata concentrazione di smog e le piogge acide in soli dieci anni possono danneggiare seriamente il marmo ed il bronzo.

    1. alex

      concordo. spesso si leggono commenti campati sul nulla.
      un po’ meno superficialità farebbe bene anzitutto a chi li scrive.

    2. Anonimo

      no francamente mi mancavano le parole, leggo una notizia simile e mi vengono i nervi a fior di pelle. ci sono quei 2 o 3 monumenti a Milano che sono sempre sotto restauro. non appartengono più’ ai cittadini ma alle marche che ci mettono su i loro prodotti per mesi e mesi. purtroppo non credo a quelli che pensano ci sia un vero bisogno di restauro…ridicolo è questo sistema che permette tutto ciò’…ma soprattutto quelle aziende multinazionali che ci spendono milioni

  4. Glu

    un po`di info ìn piu`per chiarire cosa restaurano e perche` forse aiuterebbe a fare un po`di chiarezza su cosa accadra`…di certo non ci si puo`aspettare che dopo solo 10 anni si intervenga sulle stesse cose….

    cosa restaureranno?

  5. Davide

    Esternamente il monumento non ha bisogno di alcuna ripulitura.
    Se poi devono dare una controllata alle statue di bronzo posto sulla sommità, ci può stare.
    Però onestamente che neanche dopo dieci anni si rimettano le impalcature, lo trovo ridicolo e poco trasparente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.