"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Siro – Sondaggio: quale soluzione preferireste per il nuovo stadio?

Proseguiamo col tormentone delle ultime settimane e che domani potremo vedere meglio durante la presentazione ufficiale alla stampa.

Come abbiamo visto Inter e Milan, le due squadre calcistiche cittadine, stanno portando avanti la loro proposta di erigere un nuovo stadio affiancato da un nuovo quartiere che comprenda: spazi commerciali, due o tre torri (una sino a 145 metri), hotel, piazze e aree verdi. La scelta del progetto avverrà eventualmente nei prossimi mesi, e la scelta sarà fatta su due differenti progetti, quello proposto da Populous e quello di Manica CMR.

Il Comune e una parte politica vorrebbero una riqualificazione del vecchio stadio Meazza, realizzato a partire dal 1926 e ampliato più volte sino al 1990.

Qui per visionare i progetti.

Vi chiediamo quindi quale soluzione preferireste: se salvare il vecchio stadio che comunque andrebbe riqualificato pesantemente, o la sua demolizione e costruzione del nuovo impianto, e, in questo caso quale dei due? L’opzione per la costruzione del nuovo impianto e conservazione del vecchio stadio non è contemplata da nessuno al momento, quindi l’abbiamo esclusa.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


34 thoughts on “Milano | San Siro – Sondaggio: quale soluzione preferireste per il nuovo stadio?

  1. Renato S.

    Demolire è una scelta irrispettosa della storia della città e dello sport milanese.

    Non si può pensare che Milano, capitale del design, non sappia trovare il modo di riqualificare lo stadio Meazza.

    Purtroppo i no sono spinti da Salvini, quindi con l’ovvio codazzo politico. Ma è davvero una vergognosa speculazione di due società cinesi (riverniciate dei colori di Inter e Milan) ai danni della città. Vanno fermati.

    1. Si allo stadio!

      tu sei quello che vive in Zona 1 e che allo stadio non è mai andato?
      Senza demolizione non può esistere una riqualificazione, quindi grazie a Dio esistono due società private che vogliono investire e ridisegnare un’area della città ai livelli di una Milano in crescita.
      Io sono pro Popolous ma anche se vincesse Manica CMR sarebbe comunque un sogno.

    2. Anonimo

      Aridaglie con sta capitale del design…
      Comunque la risposta è no, ne Milano ne altri altre città italiane ne sarebbero in grado

    3. enrico

      Se c’è una cosa che sta proprio nell’animo più profondo di Milano è di avere sempre demolito tutto. E va bene così, altrimenti non sarebbe Milano, sarebbe Roma, Firenze o Napoli.

    4. Joe

      Signor Renato, se proprio vuole meterla sul piano politico casca male. Oltretutto fa un po’ di confusione. Oppure si spiega maluccio: se lei è contro la demolizione e poi dice “purtroppo i no sono spinti da Salvini” significa che è d’accordo con lui, visto che anche lui non vorrebbe demolirlo. E se devo essere sincero, nemmeno io vorrei demolirlo. Anzi, le dirò di più: completerei il terzo anello che oggi è orrendamente solo a 3 quarti e costruirei nelle immediate vicinanze quegli spazi commerciali che portano fatturato ai 2 club.
      Poi, per riqualificare i dintorni dello stadio mi affiderei ad architetti e urbanisti che ne sanno pù di me.
      (e comunque Milano è una delle capitali del design e la capitale indiscussa della moda)

  2. lorenzo

    L’odierno stadio per me, come per molti altri, un pezzo di cuore. Momenti indimenticabili.
    Ma secondo me è giustissimo proporre un nuovo stadio. San Siro rispetto a molti altri stadi europei è indietro anni luce.
    Lo stadio è un infrastruttura che deve essere innanzitutto funzionale e che possa offrire il meglio a tutti coloro che usufruiscono dei servizi.
    Stadi come Wembley, la cattedrale del calcio, sono stati abbattuti e ricostruiti, diventando nuovi modelli.
    Magari il

  3. Andrea

    Sono d’accordo, secondo me inoltre chi spinge per la costruzione del nuovo stadio è in realtà molto più interessato da tutta quella miriade di grattacieli ed edifici messi in secondo piano nei rendering.

    L’ippodromo deve diventare un parco! Sono stufo di queste riqualificazioni che promettono più verde ma nei fatti creano delle inutili aiuole necessarie per vendere le case che ci stanno intorno (vedi porta nuova o city life).

  4. paolo

    Ogni edificio ha una propria vita utile, che può essere prolungata anche a tempo indeterminato per motivi architettonici e/o storici. L’attuale stadio ha un disegno che risponde esclusivamente a questioni funzionali e strutturali; l’affetto per partite e concerti del passato è comprensibile, ma non c’entra con la storia. Quindi, almeno dal punto di vista architettonico e storico, non ci sono motivi per conservare lo stadio.

  5. Aldo

    Comunque non capisco perché non tenere (ristrutturare) almeno i primi due anelli (e magari solo una tribuna e una curva) a fianco del nuovo stadio: prima dell’aggiunta sgraziata del terzo anello e delle torri aveva una bellissima linea

  6. Andy77

    Al di là di cosa succederà due questioni bisogna porsele bisogna porsele:
    1) In tutta Europa le società calcistiche sono proprietarie del loro stadio, che Inter e Milan lo vogliano è plausibile. Inoltre la commistione proprietà pubblica e gestione privata non ha prodotto grandi risultati in termini di sicurezza e ammodernamento della struttura.
    Milan e Inter hanno diritto a giocare in uno stadio di loro proprietà?
    2) Che succede se Milan e Inter, a scadenza del contratto decidessero di costruire lo stadio in un altro comune? La municipalità che farà? Lo stadio verrà adottato e mantenuto da chi vuole San Siro come è e dove è?

  7. Maurizio

    Purtroppo a molti sfugge l’aspetto più importante della questione, quello economico.
    Qualora la città di Milano dicesse no alla costruzione di uno stadio nuovo, le società Inter e Milan (legittimamente) opterebbero per la costruzione di un nuovo stadio in un altro Comune, l’hanno già detto e ridetto in mille occasioni (con piena ragione, considerato il diverso ritorno economico che avrebbero da uno stadio nuovo).
    Siamo quindi disposti noi milanesi a tenerci uno stadio/monumento inutilizzato per quasi tutto l’anno e a farci carico (nel bilancio del Comune) dei costi esorbitanti per la sua manutenzione? Ricordo che le società calcistiche pagano oggi un canone di 10 milioni di euro annui che verrebbe meno. Ragionate gente, ragionate…

  8. Stefano Vigo

    Non avrebbe invece senso la costruzione di uno stadio polifunzionale come lo Stade De France (da 81000 posti), per calcio; rugby; atletica leggera (con pista che esce spostando parte delle tribune?
    Visto che a Milano abbiamo avuto l’EXPO’ 2015; ci saranno parte delle gare Olimpiche Invernali del 2026; possiamo escludere una Candidatura di Milano (anche allargata ad altre città), alle Olimpiadi Estive del 2028-2032-2036; ecc?
    Che senso avrebbe trovarsi uno stadio nuovo a San Siro solo per il calcio, e doverne costruire uno Olimpico, con consumo ulteriore di suolo, e costi faraonici?
    Stadio Olimpico che rischierebbe molto probabilmente di diventare una cattedrale nel deserto dopo i Giochi Olimpici.
    Cosa ne pensa Urban File, di questa ipotetico Stadio Multifunzionale a San Siro, da almeno 70000 posti, e utile anche per i concerti estivi?
    Non sarebbe il caso di ampliare il discorso anche da parte del Comune di Milano, a questa ipotesi Olimpica?

  9. Gianluca

    Ho votato per la riqualificazione del vecchio stadio, in realtá il progetto Popolous non mi spiace per nulla, per quanto riguarda lo stadio. Non mi piace però la sua collocazione decentrata rispetto alla totalità dell’area, e soprattutto l’idea di costruire dei grattacieli in mezzo al quartiere di San Siro, trovo sia veramente assurdo.

    1. Matt

      In effetti tutti spenderebbero un miliardo di euro senza guasdagnarci nulla, sia mai che arrivano branchi di pirla a urlare alla spegulazzione!!!!111!!

  10. Filippo

    “Demolire è una scelta irrispettosa della storia”

    Fosse davvero così, tutte le città del mondo civilizzato avrebbero gli stadi vecchi e rattoppati, anziché impianti moderni e funzionali.

    Voto Lega ma non concordo con Salvini: ci vuole lo stadio nuovo, e questi vanno bene entrambi, ma… solo uno dei due 😀

  11. Anonimo

    Mi sembra di sentire le lagne di anni fa contro i progetti di City Life e Porta Nuova.
    Il vecchio San siro è irrecuperabile, vecchio e superato, che lo si demolisca per far spazio al nuovo, senza troppi rimpianti.

  12. Anonimo

    A sentire i milanesi la maggior parte salverebbe san siro, mentre qui nel sondaggio è stranamente l’ultima opzione, ma si sa, su internet si può far vedere quel che si vuole, anche distorcere la realtà.

  13. Wf

    DAGOESCLUSIVO! – ECCO LE IMMAGINI CHE TUTTA MILANO VORREBBE VEDERE! SONO I RENDER DEL TERZO DEI 4 PROGETTI DEL NUOVO STADIO MEAZZA, ESCLUSO DA MILAN E INTER NONOSTANTE LE FIRME ILLUSTRI DI STEFANO BOERI (È COPERTO DI ALBERI COME IL BOSCO VERTICALE), FABIO NOVEMBRE E MARCO BALICH – I MALIGNI SOSTENGONO CHE LE DUE SOCIETÀ L’ABBIANO SCARTATO PERCHÉ SCOMPAGINA I LORO PIANI IMMOBILIARI, EPPURE SAREBBE UNA SOLUZIONE CHE FAREBBE CONTENTI TUTTI. COMPRESO IL COMUNE, CHE HA L’ULTIMA PAROLA, E BEPPE SALA…

    IL PROGETTO DI BOERI NOVEMBRE BALICH ARUP PER IL NUOVO STADIO MEAZZA

    GUGLIE O ANELLI: COME SARÀ IL NUOVO SAN SIRO?  LE PRIME IMMAGINI DEI DUE PROGETTI DEL NUOVO STADIO DI MILANO – NEL PRIMO PROGETTO DEL COLOSSO AMERICANO ‘POPULOUS’ ANCHE DUE TORRI E AREE INTERNE CHE RICORDANO PIÙ IL FOYER DI UN TEATRO CHE I LOCALI DI UNO STADIO – SONDAGGIO DEL MILAN (AFFIDATO ALL’EX GURU DI OBAMA E RENZI JIM MESSINA): I FAVOREVOLI TRA 58 E 67%

    https://www.dagospia.com/rubrica-30/sport/guglie-anelli-come-sara-nuovo-san-siro-nbsp-prime-immagini-214668.htm

    PROGETTI NUOVO SAN SIRO

    C’è qualcosa a Milano che tutti vorrebbero vedere e che pochi hanno già visto.  È il convitato di pietra nella polemica che sta infiammando la città meneghina tra chi è favorevole a ristrutturare il mitico Meazza (che tutti continuano a chiamare San Siro) e chi vorrebbe invece abbatterlo e sostituirlo con un nuovo stadio scintillante, uguale a quelli del football americano. 

    È il progetto, rimasto per ora nei cassetti delle due squadre, sorto dalle menti di quattro illustri visionari: Stefano Boeri (interista), famoso per il suo milanesissimo Bosco Verticale, Fabio Novembre (milanista), punta del Design internazionale, Marco Balich, che trasforma gli stadi in spettacoli grandiosi e i serissimi ingegneri di Arup, la società di ingegneria più importante del mondo.

    MARCO BALICH

    IL PROGETTO DI BOERI NOVEMBRE BALICH ARUP PER IL NUOVO STADIO MEAZZA 1

    Il loro progetto Green non verrà mostrato dalle squadre alla città, che hanno selezionato per ora i progetti dello studio americano Popolous (che sembra favorito) e di Cmr, nonostante le richieste di Sala, che avrebbe voluto vedere tutte le opzioni in campo. Si tratta in entrambi i casi di opere mastodontiche, con guglie e doppi anelli e che – dicono i più maligni – fanno comodo soprattutto ai piani immobiliari delle due squadre milanesi. Domani ci sarà la presentazione ufficiale del ‘vincitore’ da parte dei club. Ma l’ultima parola spetta al Comune, che entro il 10 ottobre deve esprimersi sull’interesse pubblico dell’opera. I residenti dell’area – e non solo – sono in fermento e si chiedono perché debbano essere interpellati i due club, e non la cittadinanza.

    BEPPE SALA SINDACO DI MILANOIL PROGETTO DI BOERI – NOVEMBRE – BALICH – ARUP PER IL NUOVO STADIO MEAZZA 3

    SAN SIRO PROGETTO

    Fatto sta che nei salotti di Milano circolano immagini di una soluzione che in un colpo solo potrebbe far contenti le società sportive, gli abitanti del quartiere e il Comune, impegnato in una grande campagna per fare Milano più verde.  Ma per ora, a Milano, la squadra più forte non gioca. Ancora per quanto?

    IL PROGETTO DI BOERI NOVEMBRE BALICH ARUP PER IL NUOVO STADIO MEAZZA 2

    Il progetto prevede uno stadio coperto di alberi, un grande parco attorno, un memoriale del vecchio Meazza dove riscoprire le gesta dei grandi campioni e addirittura una pista di atletica aperta alla città sul tetto dello stadio

      1. Anonimo

        ma che cagata… le piante vanno nei boschi, foreste etc
        quella di Boeri è una programmazione di marketing calata al momento giusto apposta per la gente boccalona.

        se ci tenete all’ ambiente, la domenica, prendete la bici e fatevi un giro in campagna, altro che bosco verticale suv e barca a vela!
        (che poi è tutta roba che il 90% di noi comuni mortali, martoriati dalle tasse, osserviamo ben dal di fuori)

        Giusto per dirne una, ora va di moda essere ricchi e far finta di vestirsi trasandati…ma andate a cagare per davvero!

        se li vogliono spendere questi soldi che facciano volumi iconici, che noi delle periferie, abituati alle brutture immobiliari della città abbiamo bisogno di rifarci gli occhi.

        1. Adriano

          Cagate saranno gli altri due progetti, speculazione immobilirare e basta.
          Se guardi i due progetti selezionati lo stadio in se non ha nulla di particolare è uguale a 1000 altri stadi nel mondo.
          San siro è unico ed è giusto che il suo successore lo sia.
          A questo punto spero che Sala intervenga e non faccia costruire nessuno dei due e spinga per riprendere un progetto iconico come quello di boeri.
          Vorrei dirti che Milano grazie anche al bosco verticale (operazione + che riuscita) è servita per far conoscere milano al mondo.
          E’ ovvio che non risolve nessun problema ambientale ma da un tocco unico e un messaggio forte.
          Se questa amministrazione vuole ancora cavalcare la sua finta politica ambientare deve convincere milan e inter a scegliere il progetto di boeri magari con qualche area commerciale o palazzo in più, ma lo stadio almeno è unico.
          Pensare di avere uno stadio a milano non “unico” nel suo genere diventa una poverata pazzesca.
          Forza Boeri.
          A io per altro sono contro l’abbattimento sono per la ristrutturazione.
          Però se proprio devono abbatterlo per far guadagnare i cinesi che almeno lo facciano bene….

          1. Anonimo

            mi sfugge cosa c’entrino i cinesi. se si riferisce alla proprietà dell’inter le ricordo che allora ci guadagnano anche gli americani del fondo Elliott seguendo il suo ragionamento.
            Io penso che ci guadagnerà Milano, e se chi costruisce e lo fa bene ci guadagna, è giusto che sia così. il merito va premiato.

          2. Wf

            Sottoscrivo ogni parola di Adriano stavolta.

            Bravo Adriano.

            Quello di Boeri è un’opera che i turisti verrebbero a ammirare da tutto il mondo.

            Qualcosa che darebbe lustro e significato alla città anche oltre il calciomercato.

            Gli altri 2 sono due stadi mediocri da catalogo…

      2. Anonimo

        Il progetto di Boeri è bello nel rendering, sia perchè è unico nel suo genere sia perchè come gestisce gli alberi da rendering lui, non li gestisce nessuno.

        Poi sorgono legittimi dubbi, tipo “è nel budget che gli han dato?”, “come funziona un tetto che è una pista di atletica?” (il tetto è fatto principalmente per riparare dall’acqua…e possibilmente non crollare se cade un metro di neve come nell’85), “dove li metti gli impianti” ed “è realistica la foresta amazzonica che lo circonda o è solo illusione da rendering ben fatto?

        Il modo con cui è uscito il rendering del progetto a me sembra più un modo per cassare gli altri due e lasciar tutto come adesso che una seria possibilità di farlo così, ma magari mi sbaglio.

  14. enrico

    Come dislocazione Sesto tutta la vita, molto meglio conenssa con ilc entro di Milano di San Siro (10 minuti di linea S da Garibaldi, 20 minuti di M1 da Duomo, senza cambiare). Per quel che si può capire dal rendering, a me piace l’ipotesi Boeri, Balich, Novembre. Visto che è stata esclusa, direi Sportium.

  15. Adriano

    Anonimo
    26 Settembre 2019 at 15:43
    Cinesi e Americani,
    Su suolo pubblico venduto a privati.
    Quindi noi cittadini abbiamo il diritto di conoscere destinazione e di ricavare per noi cittadini il maggior beneficio, visto che nel 1990 abbiamo speso un sacco per fare il terzo anello
    Quindi per quanto riguarda la riqualificazione, se davvero vogliamo fare la differenza, va scelto un progetto iconico, gli altri due lo sono meno rispetto a quello di boeri.
    Wf siamo sempre più d’accordo.
    Ma perchè non facciamo una lista civica e ci mettiamo dentro Roberto Arsuffi come candidato sindaco??

  16. Carla

    Lo Stadio di San Siro VA LASCIATO (E USATO) dove si trova ora.

    Semmai si ristruttura il 3° anello,dove le società possono aprire bar,ristoranti,discoteche e centri massaggi cinesi.

  17. Carla

    Lo Stadio di San Siro VA LASCIATO (E USATO) dove si trova ora.

    Semmai si ristruttura il 3° anello,dove le società possono aprire bar,ristoranti,discoteche e centri massaggi cinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.