"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Navigli – Cantieri area Ripa di Porta Ticinese: settembre 2019

Giro in zona Navigli a sbirciare i vari cantieri in fase realizzazione. Ecco alcuni aggiornamenti di fine settembre 2019.

Iniziamo dal misterioso cantiere di via Argelati 37-39 dove sono in corso i lavori per la costruzione di (pare) due palazzine residenziali, il cui progetto è ancora sconosciuto. 

Segue, non lontano, il complesso di Ripa di Porta Ticinese 87. Un vecchio magazzino-deposito di materiali edili e logistico convertito in residenziale come avevamo visto in un articolo dedicato. Anche qui si procede alla grande, dove sono state erette due stecche poste ai lati di un cortile e il restauro conservativo delle tre vecchie casette poste sulla Ripa.

Mettiamo anche qualche foto scattata al palazzo di Ripa di Porta Ticinese 83. Si tratta di una riqualificazione di un vecchio edificio di fine Ottocento trasformato in ostello o residenza universitaria. Completato già dai primi mesi estivi. Un bel recupero inserito nel parco Baden Powell.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Navigli – Cantieri area Ripa di Porta Ticinese: settembre 2019

  1. Anonimo

    E’ bellissima la struttura che hanno aperto la settimana scorsa, con un bel giardino interno ed un arredamento interessante.

    Meno male che la zona diventa sempre più interessante e vivace. Spero che contagi anche quel devasto del vicino parco Argelati (o Segantini, non ho mai capito quale sia il vero nome), che oltre che tristissimo e sempre deserto è anche una distesa di alberi morti stecchiti. Ma è possibile che nessuno li abbia minimamente curati dopo che li han messi in primavera?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.