"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Siro – Altre immagini per il nuovo stadio

Prosegue la corsa a trovare immagini dei due progetti in gara per il nuovo stadio di San Siro.

Anche oggi c’è una novità… un video del progetto di Populous che mostra come apparirà il progetto se scelto tra i due finalisti.

Si vedono la struttura sportiva e le due torri che sostituiranno il vecchio Stadio Meazza e ai cui piedi sarà realizzato uno spazio commerciale.

Nel frattempo è comparsa anche un’immagine del progetto Manica CMR. Anche in questo caso, al posto del vecchio stadio Meazza troverà posto un centro commerciale coperto da un parco e tre torri.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


25 thoughts on “Milano | San Siro – Altre immagini per il nuovo stadio

  1. Adriano

    E’ pià bello e iconico lo stadio di Populous, però lo spazio commerciale mi sembra più verde l’altro quindi io chiederei a Populous di fare lo spazio commerciale sempre con lo stile quadrato e non tondo ma con la copertura tutta a verde come Manica CMR.

  2. GArBa

    Populous mostra una maggiore attenzione alla progettazione dello spazio circostante, oltre ad avere numerosi richiami estetici al vecchio Meazza che nell’altro progetto non sono presenti.

  3. Si allo stadio!

    D’accordo con Adriano! In ogni caso se la zona diventasse realmente così …ma levatevi proprio “quelli del NO!” E a prescindere da chi vincerà il progetto, sono spettacolari entrambi.

  4. g

    si molti giardini pensili con alberi e piante che crescono rigogliosissimi e gente civilissima che rispetta tutto , vetro, passerelle etc etc…poi la realta`che li aspetta sara`molto diversa…..mille dettagli architettonici da mantener super puliti e funzionalmente eccellenti….

    state ancora sognando?

    firmitas, venustas e utilitas…..

  5. Incredulo

    E c’è chi vorrebbe tenersi il gigantesco autosilos nel mare di cemento senza un albero perché apparentemente i loro ricordi di emozioni calcistiche e musicali verrebbero “rovinati” se lo stadio in cui si sono svolti venisse demolito.

    Bloccare un miglioramento per tutta la comunità per non infastidire i propri ricordi, che schifo, che egoismo.

    1. Anonimo

      Più che incredulo lei è credulone.
      In questo progetto ci sarebbero gli alberi? E dove? sul verde finto che copre il centro commerciale?

      Che schifo, davvero, è il caso di dirlo.

    2. Adriano

      Io sono tra quelli mi terrei san siro, perchè sono milanese tu evidentemente non lo sei. Però purtroppo in questo mondo prevalgono gli interessi economici e non affettivi

  6. Anonimo

    Sarebbe anche bello vedere qualche porcata arriva nell’area ippodromo, perchè io vedo due rischi:
    – un secondo centro commerciale vicino al centro commerciale di Milan ed Inter (evviva!)
    – un serie di case di pseudo lusso che si lamenteranno al primo concerto o partita di cartello con stadio pieno (evviva!)
    Senza offesa per il Comune, ma magari (dico magari) progetto stadio e ippodromo dovrebbero essere integrati e votati come un tutt’uno.

  7. Andy77

    Se si riuscisse ad avere lo stadio di Populous con il verde di Manica CMR ed una minore cubatura (non tantissima di meno) sarebbe l’ideale.

  8. Luca

    Bello , particolare esternamente , ma internamente , gli spalti senza curve e con gli spazi aperti non mi sono mai piaciuti .
    C’ è un motivo per cui li ha progettati cosi?

  9. Fdv

    Il progetto Populos ricorda molto il Nouveau Stade de Bordeaux di Herzog De Meuron. Non capisco perché non abbiano invitato anche gli svizzeri. I loro progetti sono sempre interessanti. Al contrario lo stadio del Tottenham di Populos e’ stato deriso per la sua somiglianza con la tavoletta del wc! Ma!

  10. Federico

    Il progetto Populos ricorda molto il Nouveau Stade de Bordeaux di Herzog De Meuron. Non capisco perché non abbiano invitato anche gli svizzeri. I loro progetti sono sempre interessanti. Al contrario lo stadio del Tottenham di Populos e’ stato deriso per la sua somiglianza con la tavoletta del wc! Ma!

  11. Wf


    https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/09/24/news/san_siro_l_allarme_dei_manager_musicali_con_meno_posti_biglietti_per_i_concerti_dai_prezzi_proibitivi_-236826235/

    San Siro, l’allarme dei manager musicali: “Con meno posti, biglietti per i concerti dai prezzi proibitivi”Il concerto di Bruce Springsteen a San Siro 

    Parla Claudio Trotta, promoter, tra gli altri, di Bruce Springsteen. “Quando si comincerà a parlare dei diritti di chi fa musica e di chi l’ascolta?”

    Come volevasi dimostrare…

    1. Rister

      Come volevasi dimostrare, stadio piccolo concerti piccoli e anonimi, stadio piccolo niente turisti che vengono a fotografarlo, stadio piccolo zero prestigio internazionale. San Siro sarà anche vecchio ma quando lo vedi resti a bocca aperta, e poi è conosciuto in tutto il mondo e ha una sua distinzione esterna e interna. Quegli stadi nuovi ormai non ne distingui uno dall’altro nel loro minimalismo architettonico.

    2. Anonimo

      Con tutto l’affetto per il promoter mi sembra una mezza fesseria: quando c’è un tour in vari stadi il prezzo è sempre lo stesso, mica varia a seconda che sia a Milano o a Torino o a Verona 🙂

      Piuttosto quello che può influire non è tanto la capienza ma il costo dell’affitto, e qui è possibile che i nuovi proprietari siano più esosi del vecchio (il Comune) ma è questione risolvibile con una clausola apposita nel contratto di cessione area (il Comune impone tot date l’anno per concerti ad un prezzo concordato)

    3. Andy77

      I concerti si possono organizzare anche fuori dagli stadi.
      Dato che i concerti sono per la maggior parte tenuti con la bella stagione si può benissimo identificare un parco in cui tenere gli eventi.
      L’Italia, Milano in Particolare, è una delle poche realtà dove non si è attrezzati nè organizzati per concerti e Festival.
      L’ultimo Festival di risonanza internazionale ad essersene andato dall’Italia era il Rototom che sono dovuto andare a vedere a Valencia…e comunque i prezzi non erano popolari.

  12. N

    concordo con Federico
    Il progetto che mi ha subito ricordato è quello di H&deM a Bordeaux mixato con il progetto per lo stadio del Chelsea.
    Cmq il progetto è interessante e meno banale di quello che pronosticavo.
    Più banale invece lo spazio esterno, assolutamente un accrocchio di servizi e architetture senz’anima….spero ci sia spazio per miglioramenti.
    Detto questo adorabili le panchine in stile High Line. ^^

    Il problema di questo stadio è la complessità politica dietro la decisione di demolire o meno il Meazza.
    Nel caso di un (probabile) abbattimento di San Siro, Sala verrà ricordato come il sindaco che ha distrutto il tempio dello sport, ma nel caso il sindaco non permettesse ai club di demolirlo, a quel punto i club dislocherebbero in zona Sesto, portando i milanesi a perdere un proficuo investimento e un’importante riqualificazione. oltretutto trovandosi con un enorme stadio vuoto da riempire e relativi costi per le casse del comune. bella gatta da pelare per Sala.

    1. Andy77

      Hai ragione in tutto e per tutto, è proprio una brutta fazenda!
      Tuttavia se ci pensi tutte le polemiche simili poi sono scemate: la modifica della Scala di Mario Botta sembra dovesse causare la fine del mondo e ora al massimo qualche conservatore mugugna (e io ero contrario alla rivisitazione del teatro).
      Le polemiche su Porta Nuova e City Life ora sono un lontano ricordo.
      L’importante è che il Comune non si trovi il cerino in mano e limiti le cubature prestando più attenzione al verde.
      Basterà poi che una delle due squadre vinca un trofeo per vedere schiere di tifosi in coda per farsi un selfie con alle spalle il nuovo stadio….

  13. giovanni

    io critico i perchè del progetto: non è certamente lo sport ma è una speculazione edilizia che poggia sull'”interesse pubblico” del calcio.
    Senza questa cosa non vanno da nessuna parte e non avrebbero mai le autorizzazioni a fare quello che vogliono fare (nè l’interesse a rifare san siro, pur possibile, perchè altrimenti non potrebbero fare il centro commerciale e i palazzi).
    detto questo, la prima immagine di populous è quanto meno fuorviante… da quando in qua vedendo San Siro da quella parte si vedono i grattacieli di city life e più a destra quelli delle varesine il tutto con dietro sullo sfondo le montagne?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.